Leclerc: "Il quinto posto era alla portata"

Leclerc: Il quinto posto era alla portata
Per saperne di più:
Motorsport.com Italia SALUTE

Per questo motivo Charles Leclerc è parso parecchio rammaricato di essere arrivato sesto nel GP del Portogallo, dietro anche alla McLaren di Norris.

"Avevamo il potenziale per essere quinti, ieri non sono stato perfetto per colpa mia.

"Quando abbiamo lo stesso passo della McLaren, appena ci avviciniamo sotto il secondo si inizia a fare fatica - Leclerc si riferisce alle turbolenze aerodinamiche, ndr. (Motorsport.com Italia)

Su altre fonti

“Sicuramente siamo delusi da questa gara – aveva esordito precedentemente Binotto, analizzando il weekend nella sua totalità – volevamo un risultato diverso e migliore Una decisione che certamente il numero uno del muretto Ferrari rimpiange: “Con Sainz sbaglio di strategia? (FormulaPassion.it)

Per me è per questa ragione che oggi non siamo riusciti a passare" Non ho ancora capito, nel primo stint ho guidato bene, ma c'era tanto graining, anche Carlos con questa gomma ha fatto tanta fatica, su questo dobbiamo lavorare e comprendere perché sia successo". (Autosprint.it)

E non tanto per l’ordine d’arrivo, che vede Norris davanti a Leclerc e Ricciardo davanti a Sainz. Come rendersi conto di quanto è indietro la Ferrari. (Tiscali.it)

Strategia Sainz: il piano era fare “l’opposto di Norris”

"Dal punto di vista personale sono felice per il risultato di quest'oggi. Il pilota della Ferrari è riuscito a recuperare alcune posizioni rispetto alle posizioni di partenza, ma non nega che abbia inciso molto quanto fatto ieri in qualifica (Corriere dello Sport.it)

Se il sesto posto di Charles Leclerc può essere abbastanza soddisfacente, a mancare è stato il risultato Carlos Sainz, 11esimo e fuori dai punti a fine gara. Più che quello, c’è stato un eccesso di ambizione nel voler superare Norris in quel momento della gara, quando forse avremmo potuto essere più pazienti” ha ammesso a Sky Sport F1 Mattia Binotto. (FormulaPassion.it)

Alla fine del 21esimo giro infatti, dal box rosso arriva un chiaro messaggio: “Box Carlos, box. Analizzando i team radio tra pilota e squadra, sembra che la responsabilità ultima della chiamata si possa attribuire al team. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr