Naomi Osaka da record: più di 37 milioni d'introiti in un anno

Ticinonline Ticinonline (Sport)

La 22enne - attualmente decima della classifica WTA - ha finora conquistato due tornei del Grande Slam, l'US Open del 2018 e l'Australian Open del 2019.. keystone-sda.ch / STR (Andy Brownbill)

Le due tenniste hanno di conseguenza superato il record precedente appartenente a Maria Sharapova, la quale nel 2015 guadagnò 29,7 milioni di dollari.

La notizia riportata su altre testate

Diventata professionista dal 2014, in coincidenza del suo sedicesimo compleanno, è stata la prima tennista giapponese a vincere un torneo del grande slam e la prima asiatica a diventare numero uno della classifica mondiale. (Giornale di Sicilia)

Un’eccezione che Nike aveva fatto soltanto per Li Na, negandola persino a due colossi come Sharapova e Williams. La giapponese invece non divide, e ha fatto tutto questo con due Slam: figuratevi dove può arrivare vincendone dieci. (Ubi Tennis)

Infatti la Osaka diventa la sportiva più pagata di sempre battendo il record del 2015 di Maria Sharapova che si era fermata a 29,7 milioni di dollari. Attualmente si trova al numero 10 del ranking. (Sport Mediaset)

La tennista giapponese ha battuto il record appartenente alla sua ex collega Maria Sharapova. Secondo la classifica della rivista Forbes, la 22enne Osaka ha guadagnato nel 2019 un totale di 37,4 milioni di dollari in montepremi e contratti di sponsorizzazione, superando di poco la rivale Serena Williams, che si è sempre piazzata sul podio in alto negli ultimi 4 anni. (Sky Tg24 )

La Osaka ha superato anche il record di guadagni di tutti i tempi per qualsiasi atleta femminile in un solo anno di Maria Sharapova, che nel 2015 si era fermata a 29,7 milioni di dollari. La 22enne ha guadagnato precisamente 1,4 milioni di dollari in più dell'americana. (Tuttosport)

Da oggi l’atleta più pagata del mondo è la 22enne tennista giapponese Naomi Osaka. Professionista dal 2014, è stata la prima tennista giapponese a vincere un torneo del grande slam e la prima asiatica a diventare numero uno della classifica mondiale. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr