Coronavirus, vaccini in Umbria: da lunedì Johnson&Johnson in farmacia per gli over 60

Coronavirus, vaccini in Umbria: da lunedì Johnson&Johnson in farmacia per gli over 60
Più informazioni:
PerugiaToday SALUTE

Ad annunciarlo, durante la conferenza stampa settimanale sull'andamento dell'emergenza coronavirus, è la task-force regionale che punta così di dare un’ulteriore accelerazione alla campagna vaccinale.

Annunciate novità a breve anche sul fronte degli hub aziendali. Da lunedì (14 giugno) scatteranno le vaccinazioni anti-Covid in farmacia per gli umbri over 60.

LE 'CLASSIFICHE' - Per quanto riguarda le vaccinazioni, secondo i dati riportati dalla Regione, l’Umbria è al primo posto per la vaccinazione dei novantenni e settantenni, al secondo posto per gli ottantenni

"Un intervento vaccinale di supporto con le farmacie - dice Massimo D'Angelo, commissario umbro all'emergenza Covid - e il vaccino appropriato, dunque Johnson&Johnson (vaccino monodose, ndr)". (PerugiaToday)

Su altri giornali

Oggi l’Umbria segue e blocca «per la giornata odierna» l’uso del vaccino negli hub per tutti i soggetti under 60. Il nodo sulle seconde dosi. (Open)

Secondo il bollettino della Regione Umbria e della Protezione Civile, aggiornato alle 10.46 del 10 giugno, sono 1125 (-26 rispetto al 9 giugno) gli attualmente positivi al Covid-19 in Umbria. Trenta positivi e 48 guariti. (PerugiaToday)

Uscita a metà maggio dalla fascia in rosso (quella tra i 125 e i 499 casi ogni 100.000 abitanti nelle due settimane precedenti), nella mappa aggiornata a oggi (giovedì 10 giugno) come la scorsa settimana l'Umbria resta infatti ancora arancione (fascia tra i 25 e i 125 casi ogni 100.000 abitanti nelle due settimane precedenti) come quasi tutto il resto dell'Italia. (PerugiaToday)

Sanitari no-vax in Umbria, giustificazioni al vaglio

«Essendo capillarmente distribuite sul territorio regionale - ha proseguito D'Angelo - le farmacie assicureranno un'ulteriore forma di adesione all'intervento vaccinale». Ciascuna agirà attraverso «un'agenda ad hoc», dopo l'adesione da parte del cittadino, che poi riceverà la comunicazione con data, ora e luogo della somministrazione. (LA NAZIONE)

Intanto, l'Umbria ha deciso di sospendere "precauzionalmente" per "la giornata odierna" le somministrazioni di seconde dosi di vaccino AstraZeneca a tutti i soggetti di età inferiore a 60 anni. "Molte delle persone che recentemente si sono vaccinate con AstraZeneca, se hanno sviluppato gli anticorpi, non è indispensabile che facciano la seconda dose". (Giornale di Sicilia)

Il direttore della Sanità umbra, Massimo Braganti, ha spiegato che si sta completando la trasmissione dei dati, così da poter verificare caso per caso i motivi. Attualmente circa il 5% degli operatori socio-sanitari in Umbria risulta non vaccinato, mentre il 75% (24. (TuttOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr