Borse europee prudenti a metà seduta, a Milano brilla Enel

Borse europee prudenti a metà seduta, a Milano brilla Enel
Più informazioni:
Milano Finanza ECONOMIA

Borse europee positive nel giorno della festa del Ringraziamento, che fermerà gli scambi a Wall Street.

Spostandosi sul fronte delle materie prime, in controtendenza all'andamento della moneta americana si riprende l'oro (+0,48%) mantenendosi di poco sotto quota 1.800 dollari l'oncia a 1.792.

A Piazza Affari brilla Enel che sale del 2,47% in scia ai giudizi positivi degli analisti dopo la presentazione del piano al 2024. (Milano Finanza)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Restano in primo piano i timori per nuovi possibili lockdown, che frenerebbero lo slancio della ripresa economica, e le prossime mosse della Federal Reserve. Negli Usa sono giorni chiave per comprendere l’andamento delle spese al dettaglio e la fiducia delle famiglie, che si misurerà domani con il Black Friday. (Il Sole 24 ORE)

Sale lo spread tra Btp e Bund che si porta a 131 punti con il rendimento del decennale italiano all'1,065%. - MILANO, 25 NOV - Le Borse proseguono senza grandi spunti con Wall Street chiusa per il Thanksgiving. (Tiscali.it)

I rapporti mostrano anche che la Banca centrale europea prevede che l’inflazione sarà moderata nel 2022. I verbali dell’ultimo incontro politico della Banca centrale europea contenevano poca eccitazione. (TGcomnews24)

Wall Street annaspa tra carrellata dati macro (occhio a Pil Usa) e paura Covid. Tesla -4% dopo nuova mossa Musk

Si conferma sugli scudi Enel, dopo la presentazione del piano 2022-2024 di ieri e l’annuncio dello scorporo di EnelX, società dedicata alla mobilità elettrica. Il prolungamento dell’orario permetterà di reagire in serata a quanto accade sul mercato americano e di beneficiare dei vantaggi del trading. (FIRSTonline)

Sempre molto intensi gli scambi, pari a oltre 753 milioni di pezzi, a fronte di una media a 30 giorni di 309 milioni per l’intera seduta. Trascurati i bancari con UniCredit in flessione dell’1,6% dopo il balzo di ieri, debole anche Intesa Sanpaolo (-0,75%). (FX Empire Italy)

Il dato preliminare aveva indicato una espansione pari a +2%, rispetto al +6,7% del secondo trimestre e al +6,4% del primo trimestre. Wall Street si prepara all'ultima sessione prefestiva e accoglie una carrellata di dati provenienti dal fronte macroeconomico. (Finanzaonline.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr