Governo, Matteo Salvini: "Sono preoccupato, ho chiesto incontro a Draghi perché così il Paese non va lontano"

Governo, Matteo Salvini: Sono preoccupato, ho chiesto incontro a Draghi perché così il Paese non va lontano
La7 INTERNO

Matteo Salvini esprime i suoi timori in vista del G20 che si terrà a Roma a fine ottobre.

Non solo la gestione dell'ordine pubblico preoccupa Salvini, il quale elenca poi una serie di questioni da risolvere a breve: da Alitalia all'ex Ilva, dala revisione del catasto alle cartelle di Equitalia in partenza, fino alla situazione finanziaria disastrosa di un terzo dei comuni italiani

"Chi governa l'ordine pubblico in questo paese non è riuscito a fermare 5 imbecilli e noi tra 15 giorni ospitiamo i grandi del mondo", spiega il leader della Lega, parlando al Tempio di Adriano, al fianco degli alleati del centrodestra e al candidato sindaco di Roma Enrico Michetti. (La7)

La notizia riportata su altri media

Lo afferma il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani in audizione alle commissioni Ambiente di Camera e Palazzo Madama sulla proposta di piano per la transizione ecologica. La discussione si concentra sull’evitare i costi sociali per le categorie coinvolte derivanti dall’eliminazione, dando allo stesso tempo “un segnale non ambiguo sul fatto che vadano rimossi” (LaPresse)

Dal primo ottobre all'11 ottobre, infatti, sono state oltre 1,53 milioni le conversazioni in rete sul tema, che hanno prodotto 7,26 milioni di interazioni. Come loro peggiora il sentiment verso Matteo Salvini (+9%), Giorgia Meloni (+11%), Enrico Letta (+24%) e Giuseppe Conte (+22%). (La Stampa)

I malumori nel partito, tutti concentrati sull’effetto Spirlì (come viene definito ormai il meno 4% alle Regionali rimediato dal Carroccio), non possono essere ignorati. Spirlì reagisce con scomuniche e allusioni affidate soprattutto ai social, ma l’incontro previsto per lunedì prossimo sarà in presenza. (Corriere della Calabria)

Clima: Cingolani, con rimozione sussidi fossili ipotesi sgravi fisco

In questo quadro l’annuncio del completamento del Piano nazionale integrato energia e clima (Pniec) dovrebbe aiutare E’ soltanto un’ipotesi allo studio, una delle tante, per la riduzione dei Sussidi ambientalmente dannosi (i Sad), e per una loro “distribuzione intelligente” magari per alleggerire il costo del lavoro. (LaPresse)

Il leader della Lega "ha sottolineato. l'esigenza di ritrovare al più presto un clima di unità e concordia nel Paese, a partire dalle forze politiche". politica. Il leader leghista avrebbe parlato dell'esigenza di ritrovare un clima di concordia nazionale. (TG La7)

Quindi, spiega Cingolani, con la rimozione dei Sad potrebbe esserci “un abbassamento del costo lavoro” (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr