Scuola, classifiche internazionali: Italia in ritardo sull’istruzione

Scuola, classifiche internazionali: Italia in ritardo sull’istruzione
Tecnica della Scuola INTERNO

Le rilevanze pre-pandemia intendevano mettere in luce le reazioni e le successive difficoltà del mondo della scuola italiana nella fase di adattamento alla didattica a distanza.

Inoltre, non va dimenticato che in Italia permangono nelle aspettative di carriera di ragazzi e ragazze forti stereotipi di genere

Nella top 20 figurano l’University of Chicago, la National University of Singapore e Nanyang Technological University, University of Pennsylvania, Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne, Yale University, University of Edinburgh, le cinesi Tsinghua University e Peking University e le due americane Columbia University e Princeton University. (Tecnica della Scuola)

Su altri giornali

Se siamo noi stessi docenti a fare simili affermazioni come pensiamo di poter rivendicare con forza i nostri diritti che vengono calpestati un po’ da tutti da lustri? Chi porta all’esaltazione tale mezzo didattico dovrebbe anche chiedersi perché in questo periodo di DAD siano aumentati esponenzialmente i problemi psico-logici degli studenti. (Informazione Scuola)

Verona ha un sistema scolastico eccellente, che vanta tanti punti di forza e una grande vivacità. Studente durante una protesta contro la dad (Foto Parisotto). Fino all’anno scorso se ne contavano al massimo dieci, venti, forse trenta, sull’ampia platea costituita da decine di migliaia di studenti delle scuole veronesi. (Corriere della Sera)

E in vista del prossimo anno scolastico, le famiglie auspicano che «il vaccino non sia usato come arma di ricatto per garantire la scuola in presenza» Si chiamano Giulia, Fatima, Josie, Nicola, Elisa, Andrea, Carlo, Giada e tanti altri nomi. (Corriere del Mezzogiorno)

Protesta No DaD a Napoli: sagome di 900 alunni vittime di dispersione

È la protesta inscenata dalle reti di movimenti nate durante il lockdown per contestare la didattica a distanza. I cartelli che riproducono storie e sagome di bambini che non frequentano più la scuola sono stati affissi fuori a diversi istituti della città. (Cronache della Campania)

Nella speranza che, con l’inizio del nuovo anno scolastico, si possa tornar alla normalità Manifesti con sagome di alunni sui cancelli di alcune scuole e nelle strade adiacenti (foto repertorio). (Campanianotizie)

Trentaquattresima puntata di Rosa Sciocchin’, il programma di e con Alessia Roversi e Dalila Lattanzi che, per quest’anno, cambia orario. Tra aneddoti, fatiche e cose da salvare, Sara racconta un anno “sui generis”, che ha segnato un profondo cambiamento nel modo di fare e stare a scuola, sia da parte dei docenti che da quella degli studenti, sottolineando che, nonostante le difficoltà, non tutto quanto accaduto è da buttare (CiaoComo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr