Napoli in silenzio stampa dopo il ko contro l’Atalanta

Napoli in silenzio stampa dopo il ko contro l’Atalanta
Tuttosport SPORT

Cruciale, per il destino del tecnico calabrese, il ritorno della sfida di Europa League in programma giovedì

Al Gewiss Stadium è finita 4-2 con le reti di Zapata, Gosens, Muriel e Romero.

Inutile per Ringhio la magia di Zielinski e l'autogol di Gosens.

Giorni bui per Gattuso e il Napoli.

I tre punti 'strappati' alla Juve sono ormai un lontano ricordo: i ko contro Granada e Atalanta hanno portato la società di De Laurentiis al silenzio stampa. (Tuttosport)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il club dopo il 4-2 rimediato nel posticipo delle 18 della 23a giornata di Serie A ha deciso di chiudersi nel silenzio stampa. Una situazione figlia della drastica decisione della società di chiudersi in silenzio stampa. (Sport Fanpage)

È veramente difficile una partita di cartello così, è stata una partita pesante”. Gasperini ha commentato la partita a SkySport: “Vincere una partita così, resa molto complicata è una grande spinta per mercoledì. (GianlucaDiMarzio.com)

Il giocatore nigeriano ha lasciato il campo in barella tra l'apprensione dei compagni di squadra e degli avversari. (Adnkronos). Momenti di grande paura nel finale del match tra Atalanta e Napoli. (Adnkronos)

Gasperini furioso dopo Atalanta-Napoli: “Era una trappola, dobbiamo stare attenti”

Il Napoli decide di non parlare e per ordine del club né Gennaro Gattuso né altri tesserati azzurri rilasceranno dichiarazioni al termine della gara contro l'Atalanta. Un silenzio che però, obbligatoriamente, finirà presto: mercoledì, infatti, Gattuso è atteso in conferenza nella vigilia del match di ritorno in Europa League contro il Granada e le conferenze europee non possono essere evitate dai club partecipanti (Il Mattino)

L'Atalanta si rimette avanti poco dopo con Gosens e poi infila il 3-1 con una prodezza di Muriel. Ultime notizie Napoli - L'Atalanta batte il Napoli per 4-2 e bissa il successo di Coppa Italia a Bergamo. (CalcioNapoli24)

"Oggi sono come uno passato sotto un treno ma non si è fatto niente, perché questo partita era una trappola". La rabbia di squadra e staff tecnico negli spogliatoi, è stato giustificata in questo modo da Gasperini, che non ha usato mezze misure: "Il rigore di Pessina? (Sport Fanpage)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr