Uccisa nel parco a Reggio Emilia, il killer ha registrato la sua vittima

Uccisa nel parco a Reggio Emilia, il killer ha registrato la sua vittima
Corriere della Calabria INTERNO

Dalla registrazione, conclusa alle 3.05, ci sono riscontri al racconto fatto nella confessione.

Mirko Genco ha registrato sul cellulare gli ultimi 53 minuti di vita di Juana Cecilia Loayza, la sua ex compagna che ha ucciso e che è accusato di aver violentato e perseguitato.

È quanto emerge dagli atti sul 24enne, fermato sabato dai carabinieri di Reggio Emilia.

Genco ha avviato la registrazione dell’incontro con l’ex fidanzata quando l’ha raggiunta in un locale

«Volevo tenere la sua voce per ricordo perché sarebbe stato l’ultimo giorno in cui l’avrei vista. (Corriere della Calabria)

Ne parlano anche altre fonti

Ma l’ipotesi di reato gli è stata contestata dalla Procura di Reggio Emilia lunedì pomeriggio, ancora prima dello svolgimento dell’autopsia in programma per martedì. Questo è stato agito, invece: Mirko Genco, nella notte tra venerdì e sabato, ha prima strangolato, tramortendola, Juana Cecilia, poi l’ha accoltellata, uccidendola (Corriere della Sera)

Secondo il suo legale «semplicemente perché non avrebbe avuto senso, visto che aveva già detto tutta la sua versione dei fatti». Juana Loayza e Mirko Genco. Ha scelto di non parlare davanti al gip, avvalendosi della facoltà di non rispondere. (Corriere della Sera)

Inoltre ha lasciato il coltello utilizzato per uccidere a fianco della vittima, comportamento coerente con la successiva e abbondante confessione». Leggi anche Femminicidio di via Patti, «Il papà accudirà il figlio. (La Gazzetta di Reggio)

Femminicidio di via Patti, l'omicida accusato di violenza sessuale

la nonna di Mirko Genco: "Mio nipote deve pagare. So cosa si prova, mia figlia è morta così" di Rosario di Raimondo. Una manifestazione in ricordo di Juana Cecilia Hazana (ansa). Genco ha ucciso Juana Cecilia Loayza (La Repubblica)

Secondo quanto è emerso dagli atti della Procura della Repubblica il giovane avrebbe azionato il registratore vocale del suo telefono cellulare, circa un'ora prima di ucciderla. Mirko Genco, 24enne di Parma, si trova in stato di fermo per l'omicidio della donna, nata a Lima in Perù ma residente a Reggio Emilia, con la quale aveva avuto una relazione, poi finita. (ParmaToday)

È ufficiale: Mirko Genco, il parmigiano 24enne assassino reo confesso di Juana Cecilia Hazana Loyza, 34 anni, sgozzata nel parco di via Patti, è accusato anche di violenza sessuale, oltre ad altri due reati. (La Gazzetta di Reggio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr