Commissione antimafia chiederà gli elenchi dei vaccinati nella categoria 'altro'

Quotidiano online INTERNO

L’operazione, secondo quanto si appreso, è frutto di 4 diverse indagini, coordinate dalle diverse Procure antimafia di Catanzaro, Reggio Calabria, Napoli e Roma e dalla Direzione nazionale antimafia.

Sono stati sequestrati una serie di beni di lusso, anche all’estero, che venivano utilizzati dai soggetti dell’organizzazione.

Le accuse sono di associazione di tipo mafioso, riciclaggio e frode fiscale di prodotti petroliferi. (Quotidiano online)

La notizia riportata su altri giornali

«Insieme al collega Paolo Lattanzio, coordinatore in commissione antimafia del Comitato sulla prevenzione e repressione delle attività predatorie della criminalità organizzata durante l’emergenza sanitaria, avanzeremo richiesta degli elenchi dei nominativi vaccinati ricadenti nella categoria ‘altro’ che in Sicilia, Calabria, Campania e Valle d’Aosta risultano avere numeri ben maggiori rispetto alla media nazionale» ha infatti reso noto il presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra. (Corriere del Mezzogiorno)

– “Insieme al collega Paolo Lattanzio, coordinatore in Commissione antimafia del Comitato sulla prevenzione e repressione delle attività predatorie della criminalità organizzata durante l’emergenza sanitaria, avanzeremo richiesta degli elenchi dei nominativi vaccinati ricadenti nella categoria ‘altro’ che in Sicilia, Calabria, Campania e Valle d’Aosta risultano avere numeri ben maggiori rispetto alla media nazionale”. (Livesicilia.it)

Le indagini sono confluite nella maxi operazione alla luce del fatto che avevano ad oggetto le stesse dinamiche criminali anche se con soggetti coinvolti diversi. L’operazione, secondo quanto si appreso, è frutto di 4 diverse indagini, coordinate dalle diverse Procure antimafia di Catanzaro, Reggio Calabria, Napoli e Roma e dalla Direzione nazionale antimafia. (Quotidiano online)

L'Antimafia chiede gli elenchi dei vaccinati in Campania:

Oltre alla Valle d’Aosta i riflettori della Commissione antimafia sono puntati su Sicilia, Campania e Calabria Chi sono le 8863 persone vaccinate in Valle d’Aosta che nel report del Ministero della Salute finiscono sotto la voce “altro”? (AostaSera)

Abbiamo deciso di capire se non si nasconda nelle pieghe delle vaccinazioni organizzate in modo confuso – forse a proposito – qualche traffico illecito volto a favorire magari amici degli amici”. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

“Auspichiamo massima collaborazione nella trasmissione dei dati alla Commissione antimafia da parte delle Istituzioni competenti”, conclude. (Metropolis)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr