Paura del Covid: la Corea del Nord rinuncia ai Giochi di Tokyo

Paura del Covid: la Corea del Nord rinuncia ai Giochi di Tokyo
Approfondimenti:
La Gazzetta dello Sport SPORT

La decisione presa in una riunione del comitato olimpico coreano: "Vogliamo proteggere i nostri atleti dalla crisi sanitaria globale".

In una riunione, il comitato olimpico della Corea del Nord "ha deciso di non partecipare ai 32esimi Giochi olimpici per proteggere gli atleti dalla crisi sanitaria globale causata dal Covid-19", ha fatto sapere il dipartimento delle comunicazioni del dicastero nordcoreano. (La Gazzetta dello Sport)

Su altri media

pochi mesi dall'inizio delle Olimpiadi di Tokyo, la Corea del Nord ha annunciato che non vi parteciperà. Pyongyang, lo ricordiamo, ha sempre dichiarato che in Corea del Nord non ci sono stati casi di contagio da Covid-19. (Ticinonline)

E’ sempre Agenas a mettere a confronto il periodo gennaio-settembre 2020 con lo stesso arco temporale dell’anno precedente, il 2019. Sul fronte delle urgenze, la riduzione è stata, nel periodo preso in considerazione, del 24% in Italia. (LaPresse)

Complessivamente, dalla comparsa del morbo, la malattia ha causato nel mondo 131.715.671 infezioni, di cui almeno 2.860.092 rivelatesi letali. La Corea del Nord rinuncia alle Olimpiadi di Tokyo: "Temiamo il virus". (la Repubblica)

Tokyo 2021, la Corea de Nord rinuncia ai Giochi Olimpici per paura del Covid-19

Un elemento che ha creato molta preoccupazione, e non solo in Giappone. Paura della pandemia, paura del contagio per Pyongyang, che finora non ha mai dichiarato quanti casi di Covid-19 siano stati riscontrati nel Paese. (Il Fatto Quotidiano)

Non per la Corea del Nord, che ha deciso di rinunciarvi: lo ha annunciato il ministero dello Sport nordcoreano. (Il Giorno)

La Corea del Nord, infatti, ha deciso di rinunciare alla kermesse nipponica a causa del rischio di infezioni da Covid-19 (specialmente dopo la notizia del rilevamento di una possibile “Variante giapponese”), come ha annunciato nella giornata odierna il Ministero dello Sport di Pyongyang. (OA Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr