Ganimede, satellite di Giove, visto dalla sonda Juno

Ganimede, satellite di Giove, visto dalla sonda Juno
Più informazioni:
laRegione SCIENZA E TECNOLOGIA

Ganimede per la sonda Galileo (Wikipedia). Dalle immagini di Juno sarà possibile conoscere molti dettagli di questo interessante corpo celeste che custodisce grandi quantità di acqua ghiacciata.

Le foto mostrano dettagli della superficie ghiacciata ricca d'acqua tra cui crateri e lunghe strutture che potrebbero essere i segni lasciati da movimenti tettonici.

Juno è arrivato a destinazione nel 2016 e continuerà a raccogliere dati almeno fino al 2025 grazie ai suoi nove strumenti di bordo

Transitato a poco più di mille chilometri dalla superficie, Juno è stato il mezzo spaziale più vicino dai tempi della sonda Galileo, che incontrò il grande satellite gioviano nel maggio del 2000. (laRegione)

Ne parlano anche altri media

L’ultima volta che un’astronave si è avvicinata così tanto è stata nel 2000, quando la navicella spaziale Galileo della NASA è entrata nella luna più grande del nostro sistema solare. “Questa è la navicella spaziale più vicina a questa luna gigante da una generazione”, ha detto il ricercatore principale di Juno Scott Bolton del Southwest Research Institute di San Antonio. (SanSeveroTV)

Crateri e lunghe strutture che potrebbero essere i segni lasciati da movimenti tettonici: appare così la superficie ghiacciata di Ganimede, la più grande luna di Giove e del Sistema Solare, nelle immagini più dettagliate di sempre, catturate dalla sonda Juno della Nasa nel passaggio ravvicinato del 7 giugno. (Giornale di Sicilia)

Immagini di Ganimede catturate dalla NASA Juno. Giunone NASA è riuscito ad avvicinarsi alla luna più grande di Giove (e anche più grande del pianeta Mercurio), Ganimede, catturando con successo immagini particolarmente dettagliate. (HamelinProg)

La navicella spaziale Juno della NASA cattura la luna più grande di Giove in foto mozzafiato

Scopo della missione di Juno è però quello di indagare la composizione e profondità del guscio di ghiaccio che costituisce la superficie della luna gigante, che ha dimensioni superiori al pianeta Mercurio. (DDay.it - Digital Day)

Con gli infrarossi made in Campi Bisenzio la sonda Juno della Nasa ha avuto due incontri ravvicinati con Giove e la sua luna più grande, Ganimede, che è anche la più grande del sistema solare. "Jiram" è uno spettrografo, cioè una super macchina fotografica all’infrarosso che permette di acquisire simultaneamente immagini e informazioni spettrali tramite un doppio piano focale (LA NAZIONE)

La sonda spaziale Juno della NASA ha ottenuto le prime immagini di Ganimede, la luna più grande di Giove, mentre volava vicino alla luna ghiacciata lunedì. Juno è l’unica seconda navicella spaziale ad aver volato su Ganimede in due decenni. (Amantea online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr