Massimo Galli: “A novembre vado in pensione. Ma non abbandonerò la trincea” - L'Unione Sarda.it

L'Unione Sarda.it SALUTE

Galli ha raggiunto i 70 anni d’età e a breve attaccherà, come si suol dire, il camice al chiodo.

“Noi medici, assieme ai magistrati, siamo quel genere di persone che non vorrebbero mai andare in pensione”, ha spiegato in una intervista al Corriere.

Il professor Galli, però, ha anche altri progetti per la sua attività da pensionato

La pandemia di Covid-19 l’ha reso un volto noto, familiare, alla stregua di tanti altri medici, scienziati e virologi. (L'Unione Sarda.it)

Ne parlano anche altre testate

"Partiamo dal chiarire alcuni concetti sulle cure domiciliari - avverte Galli - Quando siamo di fronte a una infezione Covid di modesta entità, che nella maggior parte dei casi si risolve da sola, non è dimostrato che si abbia un beneficio dalle cure a casa (Adnkronos)

A dirlo l'infettivologo Massimo Galli, primario di malattie infettive al Sacco di Milano e docente alla Statale, che ha aggiunto: "Mi ritiro con la coscienza a posto. E da sotto questo aspetto devo dire che in Italia abbiamo fatto meglio di tanti altri" (triestecafe.it)

Ascoltato, amato e coccolato dai giornalisti per la sua schiettezza e la sua autorevolezza, l’infettivologo Massimo Galli va in pensione. Inoltre, a maggio gridavo che stavamo togliendo le restrizioni troppo presto. (Il Fatto Quotidiano)

Collabora con il TgCom e Radio Monte Carlo, ha scritto e condotto programmi televisivi, tra cui i talk show politici "Iceberg", "Alias" con Franco Debenedetti e "Versus", primo esperimento di talk show interattivo con i social network. (Liberoquotidiano.it)

Massimo Galli annuncia che il primo novembre andrà in pensione e in un’intervista al Corriere della Sera ricorda che “il mio mestiere impone di indossare la corazza. Continuerò a studiare anche in pensione. (Tiscali.it)

Galli ha fatto parte del gruppo di lavoro che ha elaborato le linee guida per le cure domiciliari dei pazienti Covid del ministero della Salute. Il virologo, che ha partecipato alle linee guida per le cure domiciliari dei pazienti Covid, avverte su tutti i rischi connessi alla mancata vaccinazione. (Quotidiano di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr