Il “sistema Salerno” e l’inchiesta sul consigliere Savastano: nelle carte pure la cena…

Il Fatto Quotidiano INTERNO

Franco: nò, voglio dire non ci stanno altri esponenti politici spero, …. Vittorio: no … no … qua/i esponenti politici … nessuno!

quindi non è che si deve fare dopo le calende greche questa. cosa. in questo senso …. Vittorio: … calende greche … no … no … no …. Franco: chi siete.

È il “sistema Salerno” che fa da sfondo all’arresto di Giovanni Savastano detto Nino.

La cena con De Luca e tutte le cooperative – Secondo i magistrati questo andazzo “ha fortemente frustrato le aspettative di crescita degli operatori economici che agivano nel rispetto della legalità”. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre testate

A Salerno, Savastano alle ultime regionali ha ottenuto 16.587 preferenze, risultando il primo della lista del governatore De Luca Sono stati, poi, disposti gli arresti domiciliari a carico di due persone per 20 giorni. (Napoli.zon)

Il governatore Vincenzo De Luca non è indagato, ma il suo nome spunta decine di volte, nell’ordinanza dell’inchiesta sugli appalti alle coop. L’appuntamento era stato concordato tra un fedelissimo del presidente, il consigliere regionale Franco Picarone (non indagato, ndr) e Fiorenzo “Vittorio” Zoccola, l’imprenditore al centro dell’inchiesta. (Salernosera)

Il giorno successivo è previsto l’arrivo del presidente della regione De Luca, che sostiene l’uscente Enzo Napoli. Lo stesso De Luca in piazza dice: «Piaccia o meno, Salerno sono io». (Domani)

Il primo riferimento a Savastano fu fatto, infatti, da Pisapia nel corso dell’interrogatorio rilasciato il 6 novembre 2000, dunque, in epoca precedente all’ultima competizione elettorale dell’anno 2001. (Cronache Salerno)

Ma la Procura apre un fascicolo e dispone accertamenti (La Repubblica)

Una cena tenutasi il 14 febbraio del 2020 Oggi, mercoledì 13 ottobre, il manager delle coop Zoccola ed il consigliere regionale Savastano saranno interrogati dal gip. (L'Occhio di Salerno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr