Terza dose: anche in Piemonte partenza il 20 settembre per immunodepressi e trapiantati

Terza dose: anche in Piemonte partenza il 20 settembre per immunodepressi e trapiantati
Casale News SALUTE

Gli effetti positivi della vaccinazione sulla capacità del virus di propagarsi emergono in modo evidente dall’attuale incidenza nelle diverse fasce d’età.

Si comincerà con gli immunodepressi e i trapiantati che hanno già ricevuto due dosi di vaccino.

Ampiamente sotto la media generale piemontese anche l’incidenza dei 60enni a quota 18.9, degli over80 a quota 21.7 e della fascia 44-59 anni a quota 29.8

Da lunedì 20 settembre anche in Piemonte inizierà la somministrazione della terza dose del vaccino contro il Covid. (Casale News)

Se ne è parlato anche su altri media

Martina Luoni, la morte a 27 anni dopo la battaglia contro il cancro. “Stento ancora a crederci. Ci ha lasciati Martina Luoni, la giovane di Solaro che ha contribuito in maniera convinta e importante a sostenere la nostra campagna per contrastare il Covid. (Donna Glamour)

A conclusione delle attività si è tenuto un momento di festa con i bimbi, le educatrici e le famiglie, celebrando i risultati positivi delle attività educative e ludico-ricreative che si sono svolte durante l’estate, con particolare attenzione all’insegnamento della lingua inglese. (Tarantini Time)

Sull'unione del richiamo del vaccino anti-Covid con quello anti-influenzale il direttore invece frena: i tempi non sono ancora maturi. "Ma c'è anche un altro dato positivo- sottolinea Bordon- la fascia di età 40-59 anni ha raggiunto l'80% con prima somministrazione". (BolognaToday)

Vaccini: in quattro giorni seconda dose per oltre mille under 19. In totale sono 4.932 - IlGiunco.net

di Paola Chirico L’Aifa ha espresso il suo parere favorevole alla somministrazione della dose aggiuntiva per i “soggetti in condizione di immunosoppressione clinicamente rilevante” di età maggiore o uguale a 80 anni. (Sanità in Sicilia)

I gruppi a rischio con la massima priorità sono gli operatori sanitari (compresi gli operatori sanitari ospedalieri e quelli delle strutture di assistenza a lungo termine come case di cura, strutture residenziali sociosanitarie e socioassistenziali) e gli anziani. (ciociariaoggi.it)

Nella Asl Toscana sud est (Grosseto, Arezzo e Siena) sono state inoculate in totale 586.215 prime dosi e 472.185 seconde dosi (venerdì erano 581.174 prime dosi e 458.943 seconde dosi) La prima dose è stata inoculata al 76,9% degli abitanti, mentre la seconda al 62,6% (venerdì erano rispettivamente 76,2% e 60,9%). (IlGiunco.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr