L'antiterrorismo indaga sulle violenze "no green pass": 38 agenti feriti, 600 manifestanti identificati, 12 arresti

Today.it INTERNO

Oltre agli storici leader di Forza Nuova Giuliano Castellino e Roberto Fiore in stato di arresto anche Luigi Aronica ex appartenente ai Nuclei armati rivoluzionari. Aperta una inchiesta, nel pool di magistrati anche il Pm dell'antiterrorismo

(Today.it)

Ne parlano anche altre fonti

Nel marzo dello stesso anno, Aronica fu tra gli autori di un raid in un ristorante di Borgo Pio, a Roma, in cui rimasero ferite due persone. Nell’ambiente neofascista romano è noto come er pantera, ma il suo nome di battesimo è Luigi Aronica. (Open)

Chi è Luigi Aronica: l'ex Nar chiamato "Er pantera", protagonista delle proteste No Green Pass a Roma di Paolo Berizzi. Luigi Aronica (ansa). Il soprannome dato dai camerati dei Nuclei armati rivoluzionari di cui è stato uno dei fondatori. (La Repubblica)

Poi, rispondendo a una domanda dell'agente, spiega che si manifesterà "tutti i sabati" e che "tra un mese ne porto altri 100mila". L'avvertimento di Aronica al poliziotto: "Tra un mese ne porto 100mila". (Fanpage.it)

Erano le 20,32 di sabato, quando sui social network di Forza nuova è comparso questo proclama, che annunciava: «Roma è invasa dal popolo che sembra deciso ad attuare la resa dei conti contro la tirannia e i suoi servi. (Corriere della Sera)

Tra questi un dirigente della questura che ha riportato la frattura di una costola e un operatore della polizia scientifica a cui e’ stato fratturato uno zigomo Sei persone sono state arrestate in fragranza, altre sei, fra i quali i suddetti appartenenti a Forza Nuova, nella notte con arresto differitoGli identificati, invece, 600. (L'HuffPost)

Striscione per "Er Pantera" fuori da San Siro: omaggio della curva Nord all'ex Nar Luigi Aronica coinvolto nell'assalto alla Cgil di Roma di Luca De Vito. Apparso stamani fuori dallo stadio: sabato c'è la la partita tra Inter e Lazio che si svolgerà sabato all'Olimpico e le due tifoserie sono storicamente legate (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr