Le casse comunali resistono alla crisi Covid

Le casse comunali resistono alla crisi Covid
Qui News Firenze INTERNO

Tutti i fornitori sono stati pagati in anticipo rispetto alle scadenze di quasi 12 giorni.

Nel dettaglio, le spese correnti del 2020 sono state sostenute per 577 milioni.

Il Comune ha infine contratto nuovi mutui nel 2020 per finanziare investimenti per 32 milioni di euro

Confermato il rispetto dei tempi medi di pagamenti, con il relativo indicatore annuo che anche per il 2020 chiude con un valore migliore rispetto a quello del 2019. (Qui News Firenze)

Su altri giornali

Nel dettaglio, le spese correnti del 2020 sono state sostenute per 577 milioni, continua il Comune di Firenze. Sul capitolo investimenti invece le spese impegnate sono state 106 milioni di euro, superiori di 10 milioni rispetto all’anno precedente. (055firenze)

Informazioni. RISTORANTI. Qui i ristoranti di Firenze, per scegliere tra cucina tradizionale toscana, etnica, giapponese o cinese Firenze si tinge di più. In occasione della Giornata dell'autismo le porte di Firenze si tingeranno di blu. (FirenzeToday)

Il Comune ha infine contratto nuovi mutui nel 2020 per finanziare investimenti per 32 milioni di euro Questi i dati principali del rendiconto di gestione 2020 del Comune di Firenze approvato dalla giunta su proposta dell’assessore al bilancio Federico Gianassi che ora passa all'attenzione del Consiglio Comunale. (gonews)

Matrimoni e turismo, "Toscana conservi primato"

Gli assembramenti in parchi e giardini pubblici, allo stesso modo, rischiano di vanificare gli sforzi e i sacrifici fatti finora. In particolare, questi giorni festivi richiederanno la massima attenzione e il rispetto delle regole di prevenzione che tutti ormai conosciamo bene». (Corriere Fiorentino)

’ordinanza di Pasqua e Pasquetta ha sicuramente dato un grande scossone a tanti esercenti, che si erano organizzati per le consegne nei giorni seguenti. Uno di questi è sicuramente Massimiliano Marchetti, titolare della Gastronomia Ciacco. (LA NAZIONE)

L'appello delle rappresentanti del settore a lavorare in vista del futuro affinché la Toscana possa rimanere leader nel campo del "wedding tourism". La Regione ha recentemente varato un bando specifico per il nostro settore, ma che purtroppo esclude alcune attività specifiche della filiera". (Toscana Media News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr