Il Papa ricorda a Orbán la "fraternità"

Il Papa ricorda a Orbán la fraternità
Altri dettagli:
ilGiornale.it ESTERI

Risponde Orban su Facebook: «Ho chiesto a Papa Francesco di non lasciare che la Ungheria cristiana perisca».

Risponde il premier Orban: «Ho chiesto al Papa di non lasciare che l'Ungheria cristiana perisca».

Ma il seme del Papa è gettato, chissà se Orban lo raccoglierà

L'incontro con il premier Viktor Orban è il momento centrale della prima giornata ungherese.

Parla, Papa Francesco, di rigurgiti antisemiti, di «minaccia che ancora serpeggia in Europa», una «miccia da spegnere», e chiede al Vecchio Continente di ritrovare le «radici cristiane». (ilGiornale.it)

Ne parlano anche altre fonti

Penso alla minaccia dell’antisemitismo, che ancora serpeggia in Europa e altrove. E impegnarci a promuovere insieme una educazione alla fraternità, così che i rigurgiti di odio che vogliono distruggerla non prevalgano. (LaPresse)

È iniziato questa mattina presto il 34° viaggio apostolico internazionale di papa Francesco che si reca a Budapest per la conclusione del 52° Congresso eucaristico internazionale e in Slovacchia. Lasciata Casa Santa Marta, il Santo Padre si è trasferito in auto all’aeroporto di Fiumicino da dove, alle 6, a bordo di un A320 dell’Alitalia è partito alla volta di Budapest, dove atterrerà alle 7,45. (Corriere Cesenate)

KEYSTONE/EPA/LUCA ZENNARO sda-ats. Questo contenuto è stato pubblicato il 12 settembre 2021 - 15:41. (Keystone-SDA). Papa Francesco è arrivato in Slovacchia, seconda tappa del viaggio che lo ha portato anche a Budapest. (tvsvizzera.it)

Il Papa se ne va ad incontrare il populista Orban

Circondato da fronti impegnati nelle “lotte per la supremazia”, il Papa esorta la Slovacchia a continuare a essere un esempio, a riaffermare il suo “messaggio di integrazione e di pace” (LaPresse)

Penso alla minaccia dell’antisemitismo, che ancora serpeggia in Europa e altrove. Dobbiamo vigilare, dobbiamo pregare perché non accada più. (ReggioSera.it)

Papa Francesco ha scelto come prima tappa del suo viaggio apostolico l'omotransfobica e xenofoba Ungheria, con tanto di incontro ufficiale con il primo ministro ungherese Viktor Orbán e il presidente della Repubblica János Áder. (Gayburg)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr