Emilia Romagna “retrocessa” in zona arancione. Bonaccini vuole lo stop dei colori

Emilia Romagna “retrocessa” in zona arancione. Bonaccini vuole lo stop dei colori
La Gazzetta di Modena INTERNO

Questa settimana sarà l’esatto opposto: il passaggio in zona arancione ci sarà a partire dalla notte tra sabato e domenica, quindi domani bar e ristoranti dovranno tenere chiuso.

Per questo Confesercenti lancia una petizione con cui si chiede l’apertura fino alle 18 in zona arancione e fino alle 21.30 in zona gialla.Il passaggio in zona arancione impone da domani l’immediato stop a tutte le attività di ristorazione, quindi anche i bar: nessuno potrà accogliere clienti nei propri locali, se non per l’asporto

A costringere l’Emilia Romagna al ritorno in zona arancione è l’innalzamento dell’indice di contagio Rt che si stabilizza a 1,06, quindi appena sopra la soglia dell’1, che fa da barriera tra giallo e arancione. (La Gazzetta di Modena)

Se ne è parlato anche su altre testate

Dei 23 decessi registrati 5 in provincia di Bari, 8 in provincia Bat, 4 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. Ieri i nuovi casi erano 874 su 9.141 tamponi. (Adnkronos)

TESTO Di. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia, una nuova ordinanza volta a contenere la diffusione dell’epidemia da nuovo coronavirus. (Orizzonte Scuola)

Seguono Cesena (80), Ferrara e Forlì (entrambe con 69 nuovi casi di positività), e infine Piacenza (64). Nel bollettino di ieri 19 febbraio, invece, si era al 5,9% (1.821 contagi su poco oltre 30mila tamponi). (La Repubblica)

Emilia-Romagna in zona arancione, cosa cambia da domenica 21 febbraio

Tutto esaurito nei ristoranti per l'ultimo pranzo in giallo e l'aperitivo prima del ritorno in zona arancione. Da domani sarà possibile giungere sulle piste solo per attività sportive (comprese ciaspolate e sci nordico) ma non per semplici passeggiate. (il Resto del Carlino)

C’è smarrimento, c’è rabbia – dice ancora Musacci – evidentemente i nostri politici non considerano i ristoranti un settore essenziale».C’è anche chi si è già organizzato. Gialla da inizio mese, l’Emilia-Romagna da domani tornerà arancione. (La Nuova Ferrara)

Le differenze principali tra zona gialla e zona arancione riguardano la libertà di spostamento entro i confini regionali (in zona gialla sono consentiti senza autocertificazione) e l'apertura di ristoranti, bar, trattorie, pizzerie, gelaterie e pasticcerie. (ModenaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr