I fratelli Bezos ritornano dallo spazio a bordo di New Shepard

I fratelli Bezos ritornano dallo spazio a bordo di New Shepard
la Repubblica ECONOMIA

«È il più bel giorno della mia vita» ha urlato il miliardario, rispondendo al «Congratulazioni e bentornati sulla Terra» del centro controllo.

L’America intera ha potuto ascoltare le grida di giubilo ed eccitazione dei quattro “turisti” (e due piloti) che riecheggiavano dall’interno della New Shepard.

E 10 giorni dopo quel volo che ha fatto del baronetto britannico Richard Branson il primo turista spaziale. (la Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

L'equipaggio. Era anche il primo volo nello spazio di Blue Origin con equipaggio. Il razzo propulsore riutilizzabile di Blue Origin aveva già volato due volte. (La Repubblica)

L’impresa di Bezos ha scatenato una vera e propria guerra all’ultimo meme sui social network: ecco cosa hanno notato gli utenti. Eppure, Jeff Bezos non ha il benché minimo dubbio: quello di ieri, per sua stessa ammissione, è stato “il più bel giorno di sempre”. (Il Veggente)

La capsula, con i suoi tre paracaduti correttamente dispiegati, è atterrata come da programma nel deserto texano. ‘Il miglior giorno in assoluto’: così Jeff Bezos ha commentato il successo del volo suborbitale dall’interno della capsula New Shepard appena atterrata. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Concluso con successo il volo di Blue Origin, Bezos: “Colpito dalla bellezza e fragilità della Terra, è il giorno più bello della mia vita”

Jeff Bezos, imprenditore e ora astronauta, dopo che ieri ha volato in compagnia di altre tre persone nel primo viaggio con equipaggio completato da Blue Origin. Tornato sulla terra ferma, alcune testate americane hanno avuto modo di intervistarlo e risulta particolarmente interessante quanto detto a NBC News:. (HDblog)

Jeff Bezos ce l’ha fatta, è andato nello spazio con la sua navicella di Blue Origin, esaudendo così un desiderio che aveva sin da piccolo. POTREBBE INTERESSARTI → Virgin Galactic-viaggi nello spazio: scoppia il triello Branson-Bezos-Musk. (Computer Magazine)

Sulla capsula, in cima al razzo alto 45 metri, c’erano 4 “non astronauti”, che hanno raggiunto quota 106 chilometri. Chiamarla missione spaziale è un esagerazione: più corretto, mai come in questo caso, definirlo “volo” spaziale. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr