Barr, ministro giustizia Usa: «I tweet di Trump rendono impossibile il mio lavoro»

Barr, ministro giustizia Usa: «I tweet di Trump rendono impossibile il mio lavoro»
Corriere della Sera Corriere della Sera (Esteri)

In un’intervista alla tv ABC, si è sfogato così: «I tweet del presidente rendono impossibile il mio lavoro, ma non ho intenzione di farmi intimidire o condizionare da nessuno».

Nominato da Trump, ha assunto la guida del Dipartimento di Giustizia esattamente un anno fa, il 14 febbraio 2019.

Su altri media

Prima di annunciare la propria candidatura, invece, aveva diffuso un resoconto delle sue finanze in cui si attribuiva un patrimonio netto di circa 8,7 miliardi dollari. Il Patrimonio di Donald Trump. Secondo le autorevoli stime delle riviste Bloomberg e Forbes, il patrimonio di Donald Trump si aggirerebbe intorno ai 3-4 miliardi di dollari. (Termometro Politico)

Il tweet del presidente, dice, "mi impediscono di garantire ai tribunali e ai procuratori del mio ministero che stiamo facendo il nostro lavoro con rigore". La sua uscita è l'ultimo episodio in una crisi senza precedenti dai tempi di Richard Nixon all'interno del Dipartimento di Giustizia, scosso da una crisi di credibilità per le pressioni esplicite di Trump. (la Repubblica)

Il primo a sferrare un attacco pubblico è stato Rush Limbaugh, controverso conduttore radiofonico conservatore. Se vincesse, Buttigieg diventerebbe il primo presidente apertamente gay nella storia Usa. (Sky Tg24 )

"Non mi farò bullizzare o influenzare da nessuno", ha detto Barr nell'intervista a Abc News, includendo nella lista "il Congresso, i giornali, gli editoriali, o il presidente. (Afp). I continui tweet di Donald Trump su questioni di giustizia e su procedimenti in corso rendono "impossibile" il lavoro del ministro della Giustizia William Barr (Adnkronos)

Lancia così una campagna contro quelli che lui chiama bad people, accusati di complottare contro la sua rielezione e che lui considera da eliminare. Per questo i quattro procuratori federali a cui era stato assegnato il caso avevano proposto una pena severa, da 7 a 9 anni di carcere. (Il Fatto Quotidiano)

Sindaco gay si candida alla Casa Bianca: l'abbraccio col compagno. Donald Trump getta acqua sul fuoco delle polemiche dopo che il conduttore radiofonico Rush Limbaugh, da lui premiato con la medaglia della libertà, ha messo in discussione l'eleggibilità del candidato presidenziale dem Pete Buttigieg in quanto gay. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti