Barr: "I tweet di Trump rendono impossibile il mio lavoro"

Barr: I tweet di Trump rendono impossibile il mio lavoro
Adnkronos Adnkronos (Esteri)

"Non mi farò bullizzare o influenzare da nessuno", ha detto Barr nell'intervista a Abc News, includendo nella lista "il Congresso, i giornali, gli editoriali, o il presidente.

(Afp). I continui tweet di Donald Trump su questioni di giustizia e su procedimenti in corso rendono "impossibile" il lavoro del ministro della Giustizia William Barr

Su altre testate

Il Patrimonio di Donald Trump. Secondo le autorevoli stime delle riviste Bloomberg e Forbes, il patrimonio di Donald Trump si aggirerebbe intorno ai 3-4 miliardi di dollari. Come Presidente degli Stati Uniti, carica che ricopre dal 20 gennaio 2017, Donald Trump dovrebbe ricevere uno stipendio di 400mila dollari lordi all’anno come stabilito dal Congresso durante l’amministrazione Clinton (Termometro Politico)

Da Presidente, Trump ha preteso che il suo omologo ucraino cercasse del materiale compromettente sul suo rivale politico, Joe Biden. Esiste un motivo preciso che spiega la dura presa di posizione della CNN, Project Syndicate e del New York Times. (Business Insider Italia)

Decorato dal presidente USA con la medaglia della libertà, Limbaugh è stato però criticato dallo stesso Donald Trump, proprio lui, che via SkyTg24 ha sentenziato: “Penso che ci sarebbe qualcuno che non lo vota, ma io non sarei tra loro”. (Gay.it)

E anche un funzionario del governo ha ammesso che il muro rientrava in un progetto di “abbellimento e pulizia”. Alcuni abitanti delle baraccopoli le cui case saranno isolate dal muro hanno dichiarato che il governo sta sprecando i soldi dei contribuenti per nascondere i poveri. (Il Fatto Quotidiano)

Soprattutto Trump ha portato il disavanzo pubblico a mille miliardi di dollari pari al 5 per cento del Pil. Trump vincerà, ma sussistono forti dubbi che questo successo sarà nell’interesse a lungo termine degli Stati Uniti stessi, e dei suoi storici alleati europei. (Gazzetta di Parma)

Per questo i quattro procuratori federali a cui era stato assegnato il caso avevano proposto una pena severa, da 7 a 9 anni di carcere. Gli avversari di Trump attaccano affermando che mai dai tempi del Watergate si era vista un’interferenza politica nella giustizia così eclatante. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti