Caciosciacallo: la fuga di Salvini da Mondragone è il frutto dell’odio che sparge

Caciosciacallo: la fuga di Salvini da Mondragone è il frutto dell’odio che sparge
next next (Interno)

I centri sociali li paragona ai clan, perché “evidentemente alla camorra dà fastidio che qualcuno parli di legalità”, e spera in una “condanna unanime”.

Non credo di dover chiedere il permesso ai centri sociali, che mi fanno schifo e pena».

Ne parlano anche altre testate

"Vieni a Mondragone e non sai nulla dei palazzi ex Cirio", gli ha detto un manifestante. "comprensivi di tutti i collegamenti ricostruiti, scaturiti dai tamponi effettuati nelle aree circostanti i palazzi ex Cirio". (L'Unione Sarda.it)

"Per anni ci hai chiamati terroni", scrive un utente su Twitter condividendo le immagini del comizio di Matteo Salvini a Mondragone. A pochi passi dalla "zona rossa", il complesso residenziale noto come Palazzi ex Cirio, dove e' stato scoperto un focolaio di Coronavirus tra braccianti di origini bulgare. (Tiscali.it)

Salvini a Castel Volturno, piazza blindata: "Tornerò a Mondragone entro una settimana" in riproduzione. "Tornerò con ancora più grinta entro una settimana - aggiunge - Non è possibile che vincano i teppisti. (La Repubblica)

.Riccardo Siano (La Stampa)

Salvini annulla il comizio. Scontri, cariche, feriti in un clima di fortissima tensione stasera a Mondragone all'arrivo di Matteo Salvini. Per loro si è trattato di "un vero atto di eversione, commesso dai soliti criminali dei centri sociali. (Ottopagine)

Nel frattempo il leader della Lega Matteo Salvini ha lasciato il gazebo alle porte della mini zona rossa dei Palazzi Cirio per spostarsi in un lido del lungomare mondragonese. «Vieni a Mondragone e non sai nulla dei palazzi ex Cirio», ha detto il manifestante; «sei un provocatore» ha risposto il politico. (Il Mattino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr