Confindustria: bollette da 37 miliardi per le imprese nel 2022

Confindustria: bollette da 37 miliardi per le imprese nel 2022
Notizie - MSN Italia ECONOMIA

Sono le tessere di un puzzle che non si riesce a comporre

Lo annuncia, con estremo allarme, il vicepresidente di Confindustria Maurizio Marchesini: «37 miliardi sono un livello insostenibile per le nostre imprese - avverte – così non ce la possiamo fare.

Sempre da Confindustria, il delegato per l’energia Aurelio Regina osserva che quella botta da 37 miliardi «è come se un’intera Finanziaria fosse stata scaricata sulle spalle delle industrie italiane». (Notizie - MSN Italia)

Su altre fonti

Secondo i dati elaborati dalla Cgia di Mestre nell’Isola si spenderà più del doppio rispetto al 2019. Subito dopo c’è il Veneto, con un extra costo pari a 3,9 miliardi di euro, l’Emilia Romagna con 3,5 miliardi e quindi il Piemonte con 2,9 miliardi di euro (Quotidiano di Sicilia)

E le imprese italiane di dimensioni contenute son più svantaggiate delle “colleghe” del resto d’Europa. (Sputnik Italia)

Il mondo della ceramica, della carta e il siderurgico stanno fermando gli impianti o producendo a ritmi molto ridotti». A fare i calcoli è Confindustria che riporta i dati degli anni precedenti: se nel 2019 l’energia costava alle aziende 8 miliardi, nel 2021 si era già saliti a 20. (Corriere della Sera)

Caro energia, molto più di un allarme. C'è un pericolo di morte

Si rischia, oltre alla delocalizzazione, anche “il blocco della produzione – avverte Marchesini -, che sta già avvenendo in alcuni settori. Aumento bollette, il costo per le imprese. Lo shock nel settore energetico “è un problema per tutte le filiere. (Tag24 - Radio Cusano Campus)

Riguardo al costo del gas, invece, sono al terzo posto (dopo Finlandia e Portogallo) per la tariffa più alta (+7,6%). - VENEZIA, 15 GEN - Le piccole aziende pagano l'energia elettrica il 75,6% e il gas il 133,5% in più delle grandi. (Sky Tg24)

I numeri sull’impennata dei costi dell’energia e del gas, in questi ultimi giorni, li abbiamo imparati a memoria. La percezione che ho è che manchi, in generale, la giusta consapevolezza da parte della politica, e non solo, di un vero e proprio pericolo di morte per il Paese. (VeronaEconomia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr