Vaiolo delle scimmie, il primo caso a Livorno e uno nuovo a Grosseto

Vaiolo delle scimmie, il primo caso a Livorno e uno nuovo a Grosseto
Corriere Fiorentino SALUTE

Solo il primo caso registrato in Maremma aveva avuto bisogno del ricovero: si trattava di un sessantenne guarito nel giro di una settimana.

shadow. In Toscana è stato diagnosticato un nuovo caso di vaiolo delle scimmie.

«La positività al vaiolo è stata diagnostica sui campioni inviati al laboratorio dell’Azienda ospedaliero universitaria Pisana».

Un nuovo caso nel Grossetano Ed è stato scoperto un nuovo caso di vaiolo delle scimmie anche nella provincia di Grosseto, che ne contava già due: si tratta di un uomo di 40 anni, che, si spiega da fonti sanitarie, sta comunque bene e non ha avuto bisogno di essere ricoverato. (Corriere Fiorentino)

Se ne è parlato anche su altri giornali

“Al momento della visita – fa sapere il direttore di Malattie infettive, prof. Babudieri – c’erano caratteristiche anamnestiche, cliniche e obiettive che facevano propendere per il vaiolo delle scimmie. (insalutenews)

Si tratta sicuramente di un caso collegato all’altro di una settimana fa, dell’uomo di 50 anni, che aveva sviluppato i sintomi prima dell’espandersi della malattia. Il vaiolo delle scimmie si trasmette solo con contatti molto stretti come i rapporti sessuali, ma anche stando in famiglia o in grandi assembramenti, e parlando a distanza molto ravvicinata (LA NAZIONE)

"Soltanto attraverso comportamenti adeguati - raccomanda il primario – sarà possibile arginare il fenomeno che rischia di diffondersi creando ulteriore impegno sul sistema sanitario già provato dal Covid" Entrambi sono persone giovani, con una storia di rapporti sessuali non protetti". (LivornoToday)

Vaiolo delle scimmie: in Sardegna il secondo caso a Sassari

Un caso di vaiolo delle scimmie è stato diagnosticato ambulatorialmente martedì scorso dalla clinica di Malattie infettive dell’Aou di Sassari. Il vaiolo delle scimmie, cosa sapere. Secondo quanto fa sapere il ministero della Salute è stato attivato un Sistema di sorveglianza con Regioni e Province autonome sui casi di vaiolo delle scimmie e il Ministero pubblica un bollettino ogni martedì e venerdì. (vistanet)

Si registra un secondo caso di vaiolo delle scimmie in Sardegna. La trasmissione può avvenire anche attraverso il contatto di indumenti, asciugamani, lenzuola, stoviglie e altri oggetti contaminati dal virus dal contatto con una persona infetta. (YouTG.net)

Secondo quanto appreso dalle agenzie di stampa, al Policlinico di Monserrato sono tuttora in corso ulteriori accertamenti su altri campioni pervenuti Si tratta, infatti, di una malattia che, per i sintomi, non richiede il ricovero ospedaliero né un'assistenza intensiva". (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr