Superbonus 110%, ecco tutte le ultime novità

Diritto.news ECONOMIA

Per gli edifici costituiti da una singola unità immobiliare e per le unità immobiliari indipendenti pur se ubicate in un complesso condominiale, come le villette a schiera, la scadenza è il 30 giugno 2022.

Analogamente la possibilità di chiedere lo sconto in fattura o di effettuare la cessione del credito per i primi quattro bonus è in scadenza il 31 dicembre prossimo.

In effetti per i superbonus si profila la proroga della scadenza di un anno, dunque fino al 31 dicembre 2023, solo per i condomini

La situazione delle agevolazioni fiscali per la riqualificazione immobiliare sembra destinata a cambiare significativamente con la Legge di Bilancio 2022. (Diritto.news)

La notizia riportata su altre testate

Tutto ciò è davvero incomprensibile”.“È iniziato il classico tam-tam politico, non bisogna giocare, dobbiamo dare certezza alle imprese, ai proprietari delle case, ai professionisti. Giovedì 21 ottobre 2021 - 11:54. (Agenzia askanews)

Commenta così Anna Rita Bramerini, direttore di Cna Grosseto, le notizie degli ultimi giorni, secondo le quali l’incentivo del Superbonus al 110% non sarebbe più applicabile a singole unità immobiliari ed edifici funzionalmente indipendenti. (Grosseto Notizie)

Commenta così Anna Rita Bramerini, direttore di Cna Grosseto, le notizie degli ultimi giorni, secondo le quali l’incentivo del Superbonus al 110% non sarebbe più applicabile a singole unità immobiliari ed edifici funzionalmente indipendenti. (Maremmanews)

Manovra 2022, verso proroga del Superbonus 110 (ma non mancano le polemiche). In base a quanto emerso, il Superbonus 110 va verso la proroga fino al prossimo 2023 ma dovrebbe essere limitato solo ai condomini. (News Mondo)

– “Bene l’intenzione del Governo di prorogare per tutto il 2023 il Superbonus al 110%, ma non comprendiamo l’ipotesi di limitare questa misura a condomini ed edifici di edilizia popolare”. (IlGiunco.net)

Si consideri inoltre il tempo impiegato per arrivare alla semplificazione di queste procedure, spesso incomplete e contraddittorie, unitamente alla difficoltà di reperimento dei materiali a causa degli aumenti delle materie prime e alla difficoltà di reperire manodopera adeguatamente formata: si comprende quindi come sia ulteriore gravissimo errore sospendere il Bonus Facciate, fondamentale per eseguire interventi edilizi di restauro e riqualificazione nei centri storici nei quali il Superbonus non si può utilizzare per la presenza di vincoli vari, ad oggi sostanzialmente il solo bonus utilizzato. (askanews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr