Treviso, rave sul greto del fiume Piave: 50 giovani identificati dai carabinieri

Treviso, rave sul greto del fiume Piave: 50 giovani identificati dai carabinieri
Corriere della Sera INTERNO

Foto di archivio Una cinquantina di giovani, per lo più residenti nel Trevigiano ma provenienti anche da altre regioni italiane, sono stati identificati dai carabinieri intervenuti nel corso della notte tra sabato e domenica sulle due sponde del fiume Piave a nord del Montello in seguito a segnalazioni di residenti relative alla diffusione di musica ad alto volume per un rave party.

L’intervento si è concluso nel comune di Crocetta del Montello (Treviso) dopo che il gruppo, secondo quanto si è appreso, più volte aveva cercato di cambiare posizione nella boscaglia probabilmente al fine di non essere localizzato. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altre testate

La Questura di Lucca ha sventato sul nascere un rave party che stava per iniziare lungo il fiume Serchio a Santa Maria a Colle. La Polizia è stata chiamata da un residente che sentiva musica ad alto volume provenire dal lungo fiume. (NoiTV - La vostra televisione)

Nel frattempo, però, la maggior parte dei ragazzi si era già dileguata alla vista della prima auto In appoggio alla prima auto di polizia, sono arrivati così agenti della Digos, della Squadra mobile, carabinieri e polizia municipale. (LA NAZIONE)

Mi limito a osservare, però, che distanziamento in classe non ce n’è, i mezzi pubblici sono all’80%, queste sono le linee guida Lo teme Giampaolo Sbarra, vice presidente nazionale dell’Associazione dirigenti-docenti, già vice preside dell’artistico, che rivolge ai giovani un appello: «Non roviniamo tutto», ma allo stesso tempo ricorda che «non tutti i ragazzi sono quelli dei rave party, ci sono tanti giovani coscienziosi». (La Tribuna di Treviso)

Rave party in provincia di Torino, un centinaio di giovani nei boschi

Di fatto l'evento, un rave party, è stato bloccato sul nascere grazie al tempestivo intervento dei militari dell'Arma Immediato l'intervento dei militari dell'Arma che, giunti sul posto, hanno trovato una cinquantina di giovani, provenienti da tutto il Triveneto, alcuni dei quali anche residenti in Friuli Venezia Giulia, tutti maggiorenni, pronti ad avviare festeggiamenti non autorizzati. (Il Friuli)

Diverse le chiamate giunte ai Carabinieri di Palmanova per assembramenti e schiamazzi. Oltre 50 i giovani che erano intenti a partecipare alla festa. Musica, continuo andirivieni e schiamazzi: c'è voluto l'intervento dei Carabinieri per comprendere cosa stesse succedendo e sventare giusto in tempo un rave party. (UdineToday)

Presenti un centinaio di persone e circa 30 auto. È in corso una riunione tecnica di coordinamento in Prefettura all'esito della quale - informa ancora la Questura - si procederà allo sgombero dell'area (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr