Borse, crollo e ripresa lampo in Usa: anche Milano cerca il rimbalzo

FIRSTonline ECONOMIA

Anche i future di Wall Street, dopo lo spettacolare recupero di ieri, sono di nuovo in forte ribasso.

Di qui una formidabile inversione ad U che ha portato le Borse a chiudere in terreno positivo: Dow Jones +0,29%, S&P +0,28%.

Ma non è escluso che la violenza della correzione degli ultimi giorni possa convincere la Fed a non calcare la mano.

Ieri l’indice di riferimento di Wall Street ha chiuso in rialzo dello 0,3%, dopo essere arrivata a perdere il 4%

E, tanto per chiudere in bellezza, nel dopo Borsa Ibm ha messo a segno un rialzo dl 6% dopo i conti. (FIRSTonline)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il debito pubblico ucraino vale solo il 50% del PIL, ma nel complesso il paese possiede esposizioni verso l’estero per quasi l’80% del PIL Mentre i leader europei e gli USA si consultano per trovare una soluzione che eviti la guerra, i bond sovrani di Kiev collassano sul mercato obbligazionario. (InvestireOggi.it)

FUTURE NEGATIVI A WALL STREET. Nonostante il ribaltone nel finale di seduta di ieri, i future a Wall Street sono negativi. A pesare sui mercati resta la crisi in Ucraina e le decisioni della Fed. (Investing.com)

Quest’ultimo indice è in correzione tecnica dopo la perdita del -10% messo a segno negli ultimi giorni.Le vendite proseguono sui tecnologici data la situazione di incertezza dovuta ora anche alle tensioni USA-Russia sull’Ucraina. (Sputnik Italia)

Borsa italiana giù anche per tassi e Draghi. C’è anche il fattore tassi. Infine, ci sono peculiarità tutte italiane nel crollo di ieri della borsa italiana, pur molto probabilmente marginali. (InvestireOggi.it)

Il timore di un'invasione russa, con un aumento delle tensioni tra Mosca e Washington, si somma alle preoccupazioni degli investitori sulle prossime mosse della Federal Reserve sul fronte delle politiche monetarie. (ilmattino.it)

Le borse europee provano a rimbalzare ma restano in rialzo di solo mezzo punto percentuale a metà seduta. Secondo gli esperti la volatilità continuerà a regnare sovrana sui listini e la sensazione è che le borse possano cambiare direzione da un momento all'altro. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr