Violenze in Duomo a Capodanno, una vittima: “Uno mi rideva in faccia mentre cercavo di difendermi”

Violenze in Duomo a Capodanno, una vittima: “Uno mi rideva in faccia mentre cercavo di difendermi”
Approfondimenti:
Fanpage.it INTERNO

Un'altra vittima, cittadina tedesca, ha detto che il suo aggressore le "rideva in faccia".

Non riesco ancora a realizzare quello che è successo: il mio cervello cerca solo di dimenticare tutto, ma non riesce".

Violenze in Duomo a Capodanno, una vittima: “Uno mi rideva in faccia mentre cercavo di difendermi” Emergono altri dettagli delle testimonianze choc delle ragazze molestate la notte di Capodanno in piazza Duomo a Milano (Fanpage.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Sviluppi dell'inchiesta sugli abusi di piazza Duomo a Capodanno. I"familiari: "Erano bravi ragazzi" (Mediaset Play)

Grazie ai filmati sequestrati dalla Procura di Milano sono stati individuati e perquisiti 18 giovani ritenuti presumibilmente gli autori delle violenze e sono stati messi in fermo 2 ragazzi rispettivamente di 21 e 18 anni accusati di aver compiuto "pesanti violenze sessuali quasi complete accompagnate da rapine di cellulari e borsette". (Redazione Quotidiano Giovani)

«Nostro figlio è un bravo ragazzo, non ha fatto nulla», gli fanno eco papà e mamma del ventunenne Abdullah Bouguedra, catturato alla periferia nord di Torino. Prova finale, il riconoscimento senza incertezze che almeno due delle nove vittime hanno effettuato quando è stato mostrata loro la fotografia dei due giovani: «Sì (ilGiornale.it)

Duomo, il racconto choc di una delle vittime: «Chiunque passasse ci metteva le mani addosso, è stato uno schif

Milano, il figlio arrestato a Capodanno: “Lavora e basta, non può essere”. Ahmed è il padre di Mahmoud Ibrahim, uno dei giovani fermati per le presunte aggressioni di Capodanno in piazza Duomo, a Milano: "Non è un violento". (Newsby)

I due avrebbero avuto dei “contatti all’estero” ed erano in procinto di lasciare l’Italia, per questo i pm hanno emesso il decreto di fermo (laProvinciaOnline.info)

«Posso dire che tutto intorno era uno schifo, c’erano molti ragazzi e chiunque passasse ci metteva le mani addosso». È il racconto choc, messo a verbale (riportato dal Corriere della Sera), di una delle nove giovanissime vittime del branco che la notte di Capodanno, tra piazza Duomo e dintorni, ha messo a segno le violenze mentre erano in corso i festeggiamenti. (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr