Vaccino agli under 60 non fragili: ipotesi 6 maggio per l'apertura delle prenotazioni

Vaccino agli under 60 non fragili: ipotesi 6 maggio per l'apertura delle prenotazioni
VareseNoi.it ECONOMIA

Appena avremo un programma delle forniture apriremo anche a quella fascia d’età».

Vaccino per le fasce di popolazione sotto i 60 anni non fragili più vicino.

Ma, sempre secondo quanto riporta il Corriere, dal 5 maggio sono attese in Lombardia 363.870 dosi di Pfizer, 315.300 dosi AstraZeneca, 42.900 Moderna e 26.700 Johnson&Johnson.

Un rifornimento cospicuo che potrebbe far risalire il ritmo di somministrazioni nella nostra regione, aprendo tutte le linee vaccinali e quindi «partire con le prenotazioni degli under 60 senza esenzione per patologia cronica» scrive il Corsera

Almeno secondo l'edizione online del Corriere della Sera che lancia l'ipotesi che le prenotazioni per gli under 60 lombardi potrebbero partire già il prossimo 6 maggio. (VareseNoi.it)

Su altre fonti

E' vero che avvengono casi come questo, però la situazione è difficile ed il vaccino è una garanzia. In Spagna è stato registrato un altro caso di morte per trombosi a seguito della somministrazione del vaccino anti-COVID AstraZeneca (Sputnik Italia)

AstraZeneca anche per gli under 60? Anche secondo lui, senza le dosi di AstraZeneca agli under 60 non si potrebbero raggiungere gli obiettivi vaccinali prefissati (QuiFinanza)

«La campagna vaccinale sta procedendo secondo quanto prefigurato». Video: Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev. Leggi anche: (Open)

Nella corsa ai vaccini Figliuolo non vuole buttare AstraZeneca

Vaccino AstraZeneca: l'ok alla seconda dose per gli under 60. Il problema era sorto dopo che il ministero aveva escluso in via precauzionale la somministrazione di Vaxzevria agli under 60 a causa delle trombosi del seno cerebrale che avevano colpito alcune persone. (Today.it)

Forte dell'ok dell'Ema per somministrare AstraZeneca a tutti, Figliuolo sostiene che gli effetti collaterali sono infinitesimali rispetto ai benefici e che non si possono sprecare dosi, altrimenti si rischia di rallentare il tutto. (TG La7)

Se si vuol accelerare, via via che ci si avvicina alla fase della vaccinazione di massa e dunque aumenta il numero di persone da immunizzare, bisogna rivedere i suggerimenti di Aifa sul farmaco di AstraZeneca (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr