Familiari, amici e amministratori comunali ricordano le tre vittime reatine del sisma dell'Aquila. Foto

Familiari, amici e amministratori comunali ricordano le tre vittime reatine del sisma dell'Aquila. Foto
ilmessaggero.it INTERNO

Il trascorrere del tempo valorizza il sacrificio forzato di questi ragazzi»

amiliari, amici e amministratori comunali ricordano Luca Lunari, Valentina Orlandi e Michela Rossi, le tre vittime reatine del sisma del 6 aprile 2009, che nella notte di dodici anni fa, a L'Aquila, cancellò 309 vite.

APPROFONDIMENTI RIETI La commemorazione. «E’ un dovere morale ricordare – ha detto Cicchetti - L’elaborazione del lutto, propria degli esseri umani, attenua il dolore ma non cancella il ricordo, anzi lo esalta. (ilmessaggero.it)

Su altre testate

Difficile dar spazio e voce a tutti coloro, e sono davvero tantissimi, che stanno dedicando un pensiero alle vittime del terremoto del 2009. Il pensiero alle vittime di allora, alle famiglie e all’impegno di tutta la comunità per far rinascere L’Aquila dal Terremoto. (Rete8)

Annullata la tradizionale fiaccolata di cordoglio lungo le vie del centro storico e davanti ai luoghi simbolo del disastro. In piazza Duomo è stato installato un fascio di luce verso il cielo e sono risuonati 309 rintocchi di campane in ricordo delle vittime (Corriere TV)

La rinascita dell'Aquila, distrutta dal sisma di dodici anni fa, è all'ultimo bivio. Dentro o fuori: chi entro il 30 settembre non presenterà la richiesta di contributo, corredata almeno dalla prima parte del progetto, o chi non completerà la domanda dopo le mille sollecitazioni, perderà i soldi per la ricostruzione. (ilmattino.it)

Osilo, il ricordo di Antonica, la nonnina morta nel terremoto a L'Aquila

Oltre a loro l’Amministrazione comunale ha voluto essere vicino alla dottoressa Fabiola Tamburro, vastese d’adozione, che nel terremoto del 2009 ha perso il padre Marino, la sorella Giuliana e il nipotino Stefano Antonini. (Vasto Web)

E in piazza Duomo un fascio di luce proiettato verso il cielo Ansa. Sia nel 2020 che nel 2021, a causa delle restrizioni per il Covid, non si è tenuta a L'Aquila la tradizionale fiaccolata in memoria delle vittime e gli eventi hanno previsto pochissime presenze. (Sky Tg24 )

Una delle vittime, Antonica Canu, era originaria di Osilo e da 50 anni si era trasferita nel capoluogo abruzzese dopo aver vinto un concorso per fare l’assistente sanitario. Il ricordo della nonnina di Osilo morta nel terremoto. (Sassari Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr