Coronavirus Italia, infettivologo Galli: contagi di importazione ma anche molti casi sommersi

Il Mattino Il Mattino (Salute)

I contagi di Coronavirus in Italia non sono solo d'importazione ma c'è anche molto sommerso nel Paese.

Dobbiamo convivere con i contagi d'importazione.

Ne è convinto Massimo Galli, primario infettivologo del Sacco di Milano

Se ne è parlato anche su altri media

In copertina Ansa | Il prof. Massimo Galli dell’ospedale Sacco. «Abbiamo ancora molto più virus in casa, che circola tra gli italiani, di quanto ne sta arrivando da fuori», spiega fugando i tanti dubbi che stanno montando in questi giorni di polemica sul tema immigrazione, rispondendo su SkyTg24 proprio a una domanda sul paventato pericolo di ingresso del virus dai barconi. (Open)

L’infettivologo pare concordare con l’opinione della renziana Maria Elena Boschi che ritiene che non siano i migranti a portare il virus in Italia. In un’intervista a Il Giornale ha puntualizzato: “Ci sono molti casi sommersi nel Paese, non solo quelli d’importazione. (Leggilo.org)

L' infettivologo Galli: distanze ancora necessarie, stadi a rischio. Condividi. "Vanno ancora evitati gli assembramenti, pure allo stadio, e anche all'aperto in caso di contatti ravvicinati è bene non dimenticare distanze e mascherine": lo afferma l'infettivologo del Sacco di Milano Massimo Galli in un'intervista a La Stampa, in cui spiega che "è meglio aspettare a togliere le distanze" sui treni. (Rai News)

Dunque è importante ragionare sull’organizzazione dell’affluenza non solo sui mezzi di trasporto, come i treni, ma anche negli stadi. A insistere sul distanziamento anche il primario dell’ospedale Sacco di Milano, l’infettivologo Massimo Galli che nello scontro tra cauti e negazionisti si inserisce decisamente tra i primi. (Open)

Coronavirus, parla Galli: perché tenere la linea dura sui treni Il primario del Sacco avverte sull'aumento di contagi che si può tradurre in una risalita dei decessi. In un’intervista a La Stampa il professore Massimo Galli ordinario di Malattie infettive all’università Statale di Milano e primario dell’ospedale Sacco sposa la linea dura del Comitato tecnico scientifico contrario all’eliminazione del distanziamento tra passeggeri sui treni ad Alta Velocità. (Virgilio Notizie)

Medesima la posizione del professor Galli in merito alle discoteche ed agli stadi: “Vanno scongiurati gli assembramenti, anche allo stadio, nonché all’aperto. Tra questi, figura il professor Massimo Galli il quale, in un’intervista rilasciata a La Stampa, ha dichiarato che l’aumento dei contagi porterà al nuovo registrarsi di casi gravi e morti. (Yeslife)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr