Taiwan sfida la Cina: "Non ci piegheremo mai e ci difenderemo"

Taiwan sfida la Cina: Non ci piegheremo mai e ci difenderemo
la voce d'italia ESTERI

Un’opportunità senza precedenti, secondo la presidente, perché “a Washington, Tokyo, Canberra e Bruxelles, Taiwan non è più un dossier marginale, con sempre più amici democratici disposti a difenderci”.

Nell’Indo-Pacifico i Paesi democratici stanno lavorando per rafforzare “la nostra ampia cooperazione reciproca al fine di rispondere agli sviluppi regionali e globali”.

La “risoluzione delle differenze tra le due sponde dello Stretto richiede che le due sponde si impegnino in un dialogo sulla base della parità”. (la voce d'italia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

“Coloro che dimenticano la loro eredità, tradiscono la loro madrepatria e cercano di dividere il Paese non andranno a buon fine”, ha detto Xi. In risposta, Tsai ha replicato che “non ci dovrebbero essere assolutamente illusioni che il popolo taiwanese si piegherà alle pressioni” (Agenpress)

Rivolgendosi a una manifestazione tenuta per celebrare la Giornata nazionale di Taiwan nel centro di Taipei, Tsai ha detto che spera di allentare le tensioni attraverso lo stretto di Taiwan. (La Tribuna Sammarinese)

Ieri la Cina ha avvisato la comunità internazionale sul fatto che quella di Taiwan è una “questione interna”. Secondo la Cina Tsai Ing-wen ha così “sostenuto secessionismo e fatti distorti, appellandosi al pubblico in nome di consenso e solidarietà, mentre è in collusione con forze straniere per cercare la secessione”. (Il Fatto Quotidiano)

Taiwan, Tsai avverte la Cina: “Non ci piegheremo alle vostre pressioni”

Taiwan non piegherà il capo alla Cina”, afferma la Presidente Tsai Ing-wen. In un discorso pubblico tenuto stamattina, la Presidente di Taiwan ribadisce la chiara intenzione di Taiwan di non accettare il progetto cinese di annessione territoriale e che continuerà a rafforzare i propri sistemi di difesa. (PPN - Prima Pagina News)

Anche se non viene mai nominata esplicitamente, la Cina è l'avversario che questa rete di relazioni deve contenere, convergendo con l'Aukus, il patto militare fra Australia, Stati Uniti e Gran Bretagna A Washington, Tokyo, Canberra e Bruxelles, Taiwan non è più ai margini, con sempre più amici democratici disposti a difenderci". (TIMgate)

Tsai nel suo discorso ha sottolineato come la “vibrante democrazia dell’isola” sia in contrasto con lo “stato comunista profondamente autoritario e a partito unico di Pechino”. “Il percorso che la Cina ha tracciato non offre né uno stile di vita libero e democratico per Taiwan, né la sovranità per i nostri 23 milioni di abitanti”, ha detto la leader (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr