Barcellona brucia in una notte di saccheggi e arresti

Barcellona brucia in una notte di saccheggi e arresti
Corriere del Ticino ESTERI

Gli imprenditori catalani chiedono alle autorità regionali e locali un intervento urgente per riportare la situazione sotto controllo, accusandole di aver mantenuto una linea troppo morbida nei confronti dei manifestanti.

Tra gli immobili danneggiati, anche l’emblematico Palau de la Música, sala concerti modernista proclamata patrimonio dell’Unesco.

I Mossos hanno denunciato di esser stati lasciati soli ad affrontare le tensioni del momento e hanno chiesto di non essere «strumentalizzati» politicamente

Il tutto di fronte a un ampio dispiegamento di mezzi ed effettivi della polizia. (Corriere del Ticino)

Su altri giornali

Barcellona, 21 febbraio 2021 - Barcellona continua a bruciare dopo un'altra notte di proteste in solidarietà a Pablo Hasel, il rapper catalano arrestato martedì scorso dopo essersi barricato nell'università di Lleida. (QUOTIDIANO.NET)

Gli scontri che da giorni proseguono in diverse città spagnole in seguito all’arresto del rapper catalano Pablo Hasél lo scorso martedì si stanno calmando. Hasél è stato messo sotto accusa per aver pubblicato su Twitter messaggi nei quali attaccava la monarchia e le forze dell’ordine e condannato a nove mesi di reclusione per “apologia del terrorismo” e “vilipendio della Monarchia e delle istituzioni di Stato". (RSI.ch Informazione)

Sulla stessa linea si è espressa la sindaca di Barcellona, Ada Colau, sostenuta da una maggioranza di centrosinistra L'operazione ha coinvolto decine di agenti e venti camionette della polizia, che hanno circondato il rettorato alle 6 e 30 del mattino. (l'Adige)

Il raccapricciante silenzio dell'Unione Europea sul caso Hasel

Pochi giorni fa, il rapper Pablo Hasél è stato arrestato con l’accusa di aver incitato al terrorismo in alcune delle sue canzoni e di aver attaccato la Corona in diversi suoi tweet. Proseguono senza sosta le proteste in Spagna in seguito all’arresto del rapper Pablo Hasél. (Inews24)

Barcellona, la violenza non si ferma: sesta notte di scontri tra polizia e manifestanti pro rapper. Sesta notte consecutiva di violenti scontri tra manifestanti e forze dell'ordine a Barcellona nelle proteste di piazza a sostegno di Pablo Hasél il rapper condannato al carcere per vilipendio alla monarchia e apologia del terrorismo. (Rai News)

Lo spagnolo, Alto rappresentate dell'Unione Europea per gli Affari Esteri, molto loquace quando si tratta di altri paesi sembra aver essere quantomeno distratto su quanto accade nel suo paese. Questo però dovrebbe avvenire ad ogni latitudine, anche quando i media mainstream simpatizzano apertamente per i manifestanti (L'AntiDiplomatico)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr