Maxi focolaio tra i migranti a Treviso: dalle aziende agricole alla Benetton scatta l’allerta contagi

Maxi focolaio tra i migranti a Treviso: dalle aziende agricole alla Benetton scatta l’allerta contagi
La Tribuna di Treviso La Tribuna di Treviso (Interno)

Questa la domanda chiave che si stanno ponendo tutti, «e con più reticenza quelli che facevano lavorare i migranti in nero» dicono dall’Adl Cobas di Treviso.

dai campi alle fabbriche. . Tantissimi i migranti che da anni lavorano per le aziende agricole del territorio, soprattutto in periodo di vendemmia.

Ne parlano anche altri media

Iniziativa alla quale non ha aderito pienamente l’Italia che pone l’obbligo di quarantena per chi arriva da questi Paesi extra-Ue. Scoppia un focolaio in un centro accoglienza del trevigiano. Nella giornata di oggi inoltre, sarebbe scoppiato un nuovo grosso focolaio, questa volta a Casier una località veneta del trevigiano. (Centro Meteo italiano)

Ad oggi, infatti, sono esattamente 770 i richiedenti asilo ospitati nelle strutture della provincia, tra l'ex caserma Serena di Treviso, l'ex caserma Zanusso di Oderzo e altri centri più piccoli. Maxi focolaio nella caserma dei migranti, Zaia: «Un gran pasticcio, va trattato da zona rossa». (Il Gazzettino)

Tanto che alla fine della settimana scorsa si erano già contati 7 contagi nella Marca legati alla commemorazione funebre di Padova. Una volta rientrato, dal suo contagio ne sono scaturiti almeno altri 14 nella Marca. (Il Gazzettino)

Poche ore dopo il dato viene aggiornato ed emerge che ci sono 133 positivi al tampone tra gli stranieri della caserma «Serena». E all’interno del Veneto è Treviso a fare i conti con il risveglio del Covid. (Corriere della Sera)

nel CENTRO di ACCOGLIENZA di una città del NORD, infuriano le POLEMICHE. Ecco DOVE, VIDEO. . . E' scoppiato un nuovo focolaio in una città del NORD e con esso anche furiose polemiche. (iL Meteo)

Ma, in realtà, i migranti di Treviso positivi al Covid nulla c’entrano con gli ultimi arrivi in Italia. Dunque, sebbene anche Luigi Di Maio parli di emergenza nazionale in relazione agli ultimi sbarchi in Italia, i casi di Treviso non sono riconducibili a questi eventi. (Yahoo Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr