Quali attività potrebbero riaprire con il nuovo dpcm: da cinema a palestre e piscine

Quali attività potrebbero riaprire con il nuovo dpcm: da cinema a palestre e piscine
Fanpage.it SALUTE

Sembra ancora presto per riaprire teatri e cinema, al momento chiusi praticamente in tutta Europa.

L’obiettivo di riaprire teatri e cinema per primi. Il ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha chiaramente detto di voler riaprire teatri e cinema al più presto: l’obiettivo è che l’Italia diventi il primo Paese a farlo.

Motivo per cui il ministro della Cultura ha chiesto al Cts un incontro urgente per valutare la possibilità di riaprire cinema e teatri

L’apertura serale dei ristoranti in zona gialla. (Fanpage.it)

La notizia riportata su altri giornali

Gestori di palestre e proprietari di ristoranti se lo chiedono di continuo: cosa cambierà dal 6 marzo con il nuovo Dpcm? Nuovo DPCM: cosa potrebbe cambiare per le palestre? (Il Valore Italiano)

Allo stesso modo, devono poter ripartire teatri, cinema, musei e gli spazi culturali e dello spettacolo, sempre con regole rigide di ingresso e presenza Intensificare la lotta alla pandemia, soprattutto di fronte al diffondersi di varianti che rendono il contagio più veloce, ma allo stesso tempo pensare alla ripartenza delle attività ora penalizzate. (CesenaToday)

Che poi aggiunge: “Allo stesso modo, devono poter ripartire teatri, cinema, musei e gli spazi culturali e dello spettacolo, sempre con regole rigide di ingresso e presenza . 🔊 Ascolta l'audio. Intensificare la lotta alla pandemia, soprattutto di fronte al diffondersi di varianti che rendono il contagio più veloce, ma allo stesso tempo pensare alla ripartenza delle attività ora penalizzate. (News Rimini)

Ristoranti aperti di sera in zona gialla, ma anche piscine e palestre: pressing della regione

3 ' di lettura. Sarà una settimana cruciale per le possibili riaperture di ristoranti, piscine e palestre. Nuovo Dpcm nel segno della discontinuità. Sulla riapertura di ristoranti, piscine e palestre se ne discuterà in vista dell’entrata in vigore del nuovo Dpcm, quando il 5 marzo scadrà quello emesso dall’esecutivo Conte. (The Wam)

Tra le novità del governo Draghi, la possibilità che ogni nuovo decreto e Dpcm sia approvato almeno una settimana prima dell’entrata in vigore per consentire alle attività economiche di organizzarsi ma anche ristori immediati da affiancare alle chiusure. (The Italian Times)

“Potremmo rivedere i protocolli di sicurezza condivisi nei mesi scorsi e renderli più stringenti, proprio perché garantire condizioni di massima sicurezza resta la priorità, e prevedere aperture serali, non solo a mezzogiorno, nella ristorazione, lezioni e attività individuali in palestre e piscine, dove la frequenza potrebbe essere ancor più controllata. (AltaRimini)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr