Coronavirus, torna il distanziamento sui treni: l’ordinanza di Speranza

Coronavirus, torna il distanziamento sui treni: l’ordinanza di Speranza
QuiFinanza QuiFinanza (Interno)

editato in: da. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l’ordinanza che annulla la possibilità per le compagnie ferroviarie di tornare a riempire i treni.

Tanto da costringere il ministero della Salute a intervenire e a tirare il freno, soprattutto alla luce degli ultimi numeri in risalita della curva dei contagi.

Su altre testate

VIDEO - Bocelli: “Non volevo offendere, ma portare speranza” Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato una nuova ordinanza che ribadisce l’obbligo di distanziamento sociale pari ad almeno un metro e di indossare la mascherina su tutti i treni, compresi quelli a lunga percorrenza come Frecciargento e Frecciarossa di Trenitalia e Italo. (Yahoo Notizie)

Il ministro della Salute, Roberto Speranza (Ansa/Ciro Fusco). Nessuna deroga sulla distanza di un metro e l’uso della mascherina. Speranza: «No all’allentamento delle misure sui treni». (Il Sole 24 ORE)

I nuovi casi si registrano soprattutto in Emilia Romagna (+56), Lombardia (+55) e Veneto (+46). Lo ha affermato il ministro Roberto Speranza, che ha firmato l'ordinanza per confermare l'obbligo del distanziamento. (Avvenire)

Restano immutate tutte le misure finora adottate per garantire la sicurezza di dipendenti e viaggiatori, come i rilievi, al momento della partenza, sulla temperatura corporea e le regole di profilassi richieste a bordo quali, ad esempio, l'obbligo di indossare la mascherina protettiva. (FS News)

Dopo l'annuncio di Trenitalia e Italo del ripristino del 100% della capienza sui treni ad alta velocità, il ministro della Salute Speranza ha firmato una nuova ordinanza con la quale "ribadisce che in tutti i luoghi chiusi aperti al pubblico, compresi i mezzi di trasporto, è e resta obbligatorio sia il distanziamento di almeno un metro che l'obbligo delle mascherine". (San Marino Rtv)

Viene così ripristinato il distanziamento interpersonale di almeno un metro, caduto da ieri sui treni ad Alta Velocità che sono tornati a viaggiare a pieno carico. "È giusto che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora - spiega il ministro - Non possiamo permetterci di abbassare il livello di attenzione e cautela. (Ferrovie.info)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr