Una primavera "artica": l'apice del freddo porta la neve

Una primavera artica: l'apice del freddo porta la neve
Today.it INTERNO

Ma l'instabilità potrebbe accentuarsi ancora una volta nel weekend. Colpo di coda dell'inverno con piogge, neve e venti forti.

Dopo giorni di sole e temperature gradevoli è tornato il freddo e in molte zone dell'Italia le temperature sono letteralmente crollate.

L'apice della martellata di maltempo si avrà comunque domani mercoledì 7 aprile e da giovedì tornerà l'anticiclone portando un tempo più stabile

Per le Marche e l'Umbria sono attese forti piogge, più intense sui rilievi, dove non è sono escluse precipitazioni nevose, anche a bassa quota. (Today.it)

Su altre testate

Ancora freddo e neve a bassa quota. Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia I fenomeni sono accompagnati anche da rinforzi del vento che rendono la precipitazione a carattere di bufera. (3bmeteo)

Non sono quindi così rari gli intensi colpi di coda invernali in pieno aprile. Il caldo di qualche giorno fa sta lasciando ora spazio ad una fase più prettamente invernale per l’invasione d’aria artica. (Meteo Giornale)

Successivamente il tempo andrà lentamente migliorando con le ultime precipitazioni sugli Appennini centro-meridionali nella giornata di domani, mercoledì 7 aprile. Proprio in queste ore il nostro Paese, ma anche gran parte dell'Europa, è alle prese con un'incursione fredda di stampo invernale. (Adnkronos)

Colpo di coda invernale: aria fredda, crollo termico e neve a quote basse

L’avvezione fredda tenderà a ritirarsi gradualmente verso est tra giovedì e venerdì prossimi. In base alle previsioni della Società Meteorologica Italiana, dopo il caldo eccessivo per il periodo delle scorse settimane una discesa di aria artica valicherà l’arco alpino nel corso della giornata di oggi portando temporanei rovesci nevosi a ridosso dei rilievi, ma soprattutto un calo termico che riporterà il gelo notturno fino a bassa quota. (https://ilcorriere.net/)

Il meteo sarà altrove soleggiato, a parte ulteriore neve sulle Alpi di confine, ma in attenuazione. SFERZATA ARTICA E INSTABILITA’ VERSO IL SUD ITALIA. A seguito dell’incursione frontale, l’Italia rimarrà esposta all’azione delle correnti artiche per tutto mercoledì e prima parte di giovedì. (Meteo Giornale)

Nella giornata di domani, come riportato nel bollettino di Centro Meteo Emilia Romagna, ancora residua instabilità sparsa, con possibili deboli nevicate fin sui fondovalle, senza accumuli se non oltre i 400 metri. (AltaRimini)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr