Napoli, favorivano l'immigrazione clandestina: sgominata organizzazione criminale, 14 misure

Napoli, favorivano l'immigrazione clandestina: sgominata organizzazione criminale, 14 misure
Più informazioni:
ilmattino.it INTERNO

APPROFONDIMENTI VIDEO Napoli, favorivano l'immigrazione clandestina: sgominata.

Le attività investigative, dirette dalla Procura della Repubblica di Napoli hanno permesso di documentare l'esistenza e l'operatività nel capoluogo partenopeo di un'organizzazione - composta da cittadini di nazionalità afghana, pakistana ed italiana - dedita al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina di extracomunitari pachistani, indiani, tunisini, marocchini, afghani, ucraini e russi, in alcuni casi provenienti da aree di crisi

I carabinieri del Ros, con il supporto in fase esecutiva del Comando provinciale di Napoli, ha eseguito questa mattina un'ordinanza applicativa di misure cautelari, emessa dal tribunale del capoluogo partenopeo, nei confronti di 14 persone gravemente indiziate a vario titolo dei reati di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, corruzione, falso ideologico e materiale. (ilmattino.it)

Ne parlano anche altre testate

Contestualmente alle misure cautelari, è stato eseguito un decreto di sequestro preventivo dell’internet point, gestito dal principale indagato quale base operativa del sodalizio. L'EMERGENZA IMMIGRAZIONE «Migranti picchiati in mare dalla guardia costiera. (Il Messaggero)

Sono 14 le misure di custodia cautelare applicate questa mattina dai carabinieri, su richiesta della Procura di Napoli, che ha coordinato le indagini: i reati contestati sono quelli di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, corruzione e falso ideologico e materiale. (Fanpage.it)

Quattrordici misure cautelari, sequestrato un internet point che faceva da base operativa. Coinvolto anche un dipendente di una Municipalità: aveva un tariffario per i documenti che forniva a chi non ne aveva i requisiti (NapoliToday)

Napoli, dipendente del Comune forniva i documenti falsi agli immigrati

Stampa. I carabinieri del Ros e del Comando provinciale hanno sgominato a Napoli un’associazione a delinquere composta da afgani, pakistani e italiani che dietro compenso faceva avere documenti falsi per permessi di soggiorno in Italia – e quindi per l’area Schengen – a pakistani, indiani, tunisini, marocchini, afghani, ucraini e russi, oltre che a extracomunitari delle ‘aree di crisi’ a rischio terroristico. (Salernonotizie.it)

Notificati a vario titolo un arresto in carcere, due ai domiciliari e 11 obblighi di dimora per associazione a delinquere finalizzata a favorire l'immigrazione clandestina, corruzione, falso ideologico e materiale. (StabiaChannel.it)

E per questo si sono avvalsi della complicità di Pasquale Averaimo, di 66 anni, dipendente di una Municipalità del Comune di Napoli, finito agli arresti domiciliari. AVERAIMO Pasquale, nato a Napoli il 28.3.1956,. (Cronache della Campania)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr