Dybala diventa un caso: 42 giorni fuori, il calvario continua. Il piano della Juve per riaverlo in forma

Dybala diventa un caso: 42 giorni fuori, il calvario continua. Il piano della Juve per riaverlo in forma
ilBianconero SPORT

Ma ogni volta che doveva rientrare in gruppo il suo rientro veniva rimandato.

Ogni partita può essere quella giusta, per un rientro graduale con l'obiettivo di averlo al 100% nella fase più importante della stagione

embrava finalmente arrivato il suo momento, e invece Paulo Dybala ha dovuto rimandare ancora una volta il rientro in campo.

Pirlo sperava di riaverlo nell'andata della semifinale di Coppa Italia con l'Inter, poi era stato tutto rimandato a quella di ritorno. (ilBianconero)

Su altri giornali

Non è possibile scendere in campo poco concentrati, non è possibile non tirare in porta per tutto il primo tempo, non si (Tutto Juve)

Contro una squadra reduce da 4 sconfitte di fila e che ha finora subìto 52 reti (peggior difesa) e ne ha segnate solo 23, Ronaldo e compagni potranno ritrovare almeno parzialmente il sorriso. Ben venga il Crotone, allora: impossibile da non battere perché, se mai accadesse il contrario, allora sì che lo stato di crisi andrebbe ufficializzato. (ilGiornale.it)

Se dovessi fare gol sarei contento per aver aiutato la squadra” Ma l’avversario di questa sera per il Crotone appare assai proibitivo: la Juventus. (Tutto Juve)

Juve, l'infortunio di Dybala è un caso: fuori da 42 giorni, il ginocchio non migliora

È necessario pazientare ancora e utilizzare la massima prudenza; appuntamento rinviato, chissà, alla sfida col Verona. Dybala, il calvario continua. (Corriere dello Sport.it)

Giovanni Stroppa, allenatore del Crotone, ha parlato in conferenza stampa in vista della partita contro la Juventus. Notizie Crotone, Stroppa: “Ecco cosa dobbiamo fare per vincere”. Stroppa ha parlato in vista della gara di domani contro la Juventus che chiuderà la giornata di campionato. (Stop and Goal)

55 Ancora una volta sembrava pronto al rientro, ancora una volta Paulo Dybala dovrà rinviare l'appuntamento. Le condizioni del numero dieci bianconero infatti restano precarie, quell'infortunio che avrebbe dovuto tenerlo fuori per un periodo compreso tra 15 e 20 giorni ha già raddoppiato i tempi di assenza, il ginocchio continua a fargli male e la Juve dovrà ancora farne a meno quando ormai sono trascorsi 42 giorni dal giorno dell'infortunio patito il 10 gennaio scorso contro il Sassuolo. (Calciomercato.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr