Nuova ordinanza dal ministro della Salute: "Nessun allentamento delle restrizioni anti Covid sui treni"

Nuova ordinanza dal ministro della Salute: Nessun allentamento delle restrizioni anti Covid sui treni
San Marino Rtv San Marino Rtv (Interno)

Materialmente la sperimentazione sarà condotta allo Spallanzani di Roma, reparto malattie infettive, oltre che al Centro ricerche cliniche di Verona.

E' giusto – aggiunge poi – che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora.

Ne parlano anche altre testate

"È giusto che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora. (San Marino Rtv)

Già questa mattina la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, aveva inviato una lettera alle compagnie per “tornare alle misure precedenti”. Tra i primi ad esprimere parere contrario sulla questione c’è stato Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore della Sanità e membro del Comitato tecnico scientifico. (Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo)

Sui treni prudenza fra i passeggeri. E già stamattina i passeggeri delle lunghe percorrenze erano partiti senza distanziamento. Il ministro della Salute, Roberto Speranza (Ansa/Ciro Fusco). Nessuna deroga sulla distanza di un metro e l’uso della mascherina. (Il Sole 24 ORE)

Questi sono i due principi essenziali che, assieme al lavaggio frequente delle mani, dobbiamo conservare nella fase di convivenza con il virus”. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato una nuova ordinanza che ribadisce l’obbligo di distanziamento sociale pari ad almeno un metro e di indossare la mascherina su tutti i treni, compresi quelli a lunga percorrenza come Frecciargento e Frecciarossa di Trenitalia e Italo. (Yahoo Notizie)

Viene così ripristinato il distanziamento interpersonale di almeno un metro, caduto da ieri sui treni ad Alta Velocità che sono tornati a viaggiare a pieno carico. Ferrovie: Speranza firma ordinanza sull'obbligo di distanziamento sui treni. (Ferrovie.info)

Questi sono i due principi essenziali che, assieme al lavaggio frequente delle mani, dobbiamo conservare nella fase di convivenza con il virus». Una notizia che ha messo in allarme subito il comitato tecnico-scientifico. (Leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr