Reggio Emilia, il killer ha registrato Juana prima di ucciderla: “Volevo tenere la sua voce per sempre”

Reggio Emilia, il killer ha registrato Juana prima di ucciderla: “Volevo tenere la sua voce per sempre”
Fanpage INTERNO

Quest’ultima infatti aveva finito di cenare con un gruppo di amici in un locale di Reggio Emilia quando è stata intercettata dall’uomo.

A cura di Antonio Palma. Mirko Genco, l’assassino reo confesso di Juana Cecilia Hazana Loayza, ha registrato la voce della 34enne di Reggio Emilia per diversi minuti prima di ucciderla a coltellate in un parco della cittadina emiliana venerdì corso.

A rivelarlo durante un interrogatorio è stato lo stesso 28enne di Parma spiegando di averlo fatto per “tenere la sua voce per ricordo". (Fanpage)

Ne parlano anche altre testate

Nel primo interrogatorio – concluso con la confessione del killer e il fermo – il rappresentante di commercio aveva raccontato che la. Reggio Emilia, 24 novembre 2021 - Prima di tagliarle la gola, avrebbe abusato di lei. (Quotidiano.net)

Genco invece ha parlato di “rapporto consenziente” con Juana prima della lite e del delitto Secondo il suo legale «semplicemente perché non avrebbe avuto senso, visto che aveva già detto tutta la sua versione dei fatti». (Corriere della Sera)

Poi lui è salito a casa, ha preso il coltello, "mentre il figlio di lei dormiva", è sceso e l’ha uccisa. Il difensore si è rimesso a giustizia sulla convalida e non ha chiesto misure alternative: "Mancano i presupposti". (Il Resto del Carlino)

Juana Cecilia, uccisa al parco: Genco ha registrato tutto sul cellulare

Mirko Genco, 24enne di Parma, si trova in stato di fermo per l'omicidio della donna, nata a Lima in Perù ma residente a Reggio Emilia, con la quale aveva avuto una relazione, poi finita. Mirko Genco, il 24enne di Parma, che ha ucciso la 34enne Juana Cecilia Hazana Loayza - ed è accusato anche di violenza sessuale nei suoi confronti - avrebbe registrato gli ultimi minuti di vita della donna con il cellulare. (ParmaToday)

Questa ultima azione di Genco, che ha deciso di finire Juana dopo aver tentato di strangolarla, è sufficiente a contestargli la premeditazione? Leggi e guarda anche. Reggio Emilia. Tribunale. Parma. omicidio. (Reggionline)

Leggi anche > Morta a Reggio Emilia, l'ipotesi choc: «Uccisa dall'ex per una foto sorridente su Instagram». Il 34enne, secondo quanto emerge dagli atti, avrebbe dichiarato: «Volevo tenere la sua voce per ricordo perché sarebbe stato l'ultimo giorno in cui l'avrei vista. (Leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr