Recovery, Cingolani: Timori Paesi frugali sull’Italia? Non accetto lezioni

Recovery, Cingolani: Timori Paesi frugali sull’Italia? Non accetto lezioni
LaPresse INTERNO

Così il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani rispondendo, dopo la presentazione del dossier ‘L’Italia in 10 selfie’ della Fondazione Symbola, a una domanda della stampa estera sui timori dei Paesi frugali sulla capacità di spesa dell’Italia per il Recovery plan.

(LaPresse) – “Accetto la frugalità ma non accetto lezioni”.

Milano, 8 apr.

“La frugalità si basa sull’onestà intellettuale”, ha rimarcato, “capisco le paure, ma ricordo che la frugalità è bidirezionale”, ha aggiunto facendo riferimento ai sistemi fiscali di certi Paesi

(LaPresse)

Su altre fonti

Dopo giorni di sole e tepore, infatti, si sta assistendo ad un vero e proprio colpo di coda dell’inverno accompagnato da piogge, forti venti, freddo e addirittura neve in alcune aree. Su Marche e Umbria attese forti piogge, più intense sui rilievi dove non sono escluse precipitazioni nevose anche a bassa quota. (ilGiornale.it)

La minima, decisamente polare, si alzerà tra venerdì e domenica, anche se il week end sarà piovoso anche nel Comune Questa situazione meteorologica porterà però temperature più primaverili, con un rialzo termico sia della massima che della minima. (Gallura Oggi)

Temiamo ora per le prossime notti, visto che le previsioni indicano condizioni che potrebbero portare nuove gelate” conclude Misirocchi. Confagricoltura Emilia Romagna. Ciò che si era salvato dopo l’ultima ondata di gelo del 18-20 marzo scorso, ora è andato perso. (ravennanotizie.it)

Gelate notturne, Coldiretti: "Danni a erba medica, viti e piantine di pomodoro"

Un nuovo peggioramento è atteso nel weekend e altri fronti perturbati sono attesi anche la prossima settimana. La prossima notte potrebbe battere tutti i record di freddo per il mese di aprile. Giovedì e venerdì saranno due giornate soleggiate sul nostro Paese ma attenzione alle gelate notturne. (Sky Tg24 )

La primavera ha fatto un brusco notevole passo indietro anche sull’Italia, per l’arrivo dell’irruzione polare che ha letteralmente gelato oltre mezza Europa. Il clima è ora pienamente invernale, con temperature ben sotto media e neve arrivata fino a quote basse, soprattutto sui versanti adriatici. (Meteo Giornale)

“La nottata di gelo diffuso ha provocato danni anche nelle altre province della regione. “Nel piacentino il gelo ha fatto tabula rasa nei prati di erba medica e ha danneggiato gravemente le piantine di pomodori già trapiantate. (Libertà)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr