Scuola, in Puglia la scelta tra presenza e distanza divide a metà: in aula circa il 49 per cento

Scuola, in Puglia la scelta tra presenza e distanza divide a metà: in aula circa il 49 per cento
La Repubblica INTERNO

A scuola, in Puglia, è tornato circa il 49 per cento degli alunni: è il dato che emerge dal primo bilancio di Uil scuola nella prima giornata di didattica in presenza, possibile fino alla prima media.

"Nella primaria c'è solo una classe tutta a distanza, su 27, mentre per le prime medie, in ognuna c'è qualche studente", spiega la preside Maria Dentamaro.

Ad esempio, alla Mazzini-Modugno, per la primaria, 232 alunni su 539 seguono a scuola, e la stessa percentuale viene registrata per la prima media. (La Repubblica)

Su altri giornali

Speciale su OS TV [venerdì 9 aprile alle 15.15] Di. La scuola prova una nuova ripartenza: in presenza fino alla prima media anche nella zona rossa. Scuola, pregi e difetti della Dad: ne parliamo con Daniele Novara, Salvatore Giuliano e Fabio Gervasio. (Orizzonte Scuola)

| Draghi: “Almeno un mese in classe per tutti gli studenti” [VIDEO] Di. Le parole di Draghi: “Rischio di decessi per gli over 70, questa quindi la priorità. (Orizzonte Scuola)

“Tutti contenti perché ieri, 7 marzo, dopo le strameritate vacanze di Pasqua, si ritorna a scuola, in presenza, almeno per alunni ed insegnanti della Scuola Primaria. E da oggi riprenderanno i collegamenti di Tommy da casa con tutta la sua classe a scuola, l’istruzione domiciliare per fortuna non si è mai interrotta. (Verbanonews.it)

Bologna, la gioia di tornare a scuola in presenza. Ma alle superiori ancora Dad

Il verdetto del sondaggio di Orizzonte Scuola è stato abbastanza chiaro: per il 60% è giusto bocciare gli studenti nonostante il covid e la didattica a distanza Il 60% degli utenti è contro il “tutti promossi” [ESITO SONDAGGIO] Di. (Orizzonte Scuola)

Questi ragazzi hanno bisogno di tornare a scuola in presenza, a contatto con gli insegnanti, anche perché è l’ultimo anno della scuola media» «La Dad non può funzionare – racconta la mamma di uno degli studenti protagonisti della protesta –. (La Gazzetta di Reggio)

«La dad non mi piaceva per niente — dice Lorenzo, 9 anni, delle Armandi Avogli —, sono felicissimo di essere tornato a scuola». I genitori di chi è tornato a scuola mercoledì mattina pensa comunque ai ragazzi di medie e superiori» (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr