«Pfizer, Moderna e J&J: vaccini proteggono anche dopo 8 mesi», lo studio sui marcatori di immunità nel sangue

ilmessaggero.it ECONOMIA

Spiega Todd Ellerin, direttore delle malattie infettive presso South Shore Health: «Più alti sono i titoli di anticorpi neutralizzanti, più sei protetto contro le infezioni

Figliuolo: «Diecimila in più rispetto a una settimana fa». Covid Russia, record di morti: mille in un giorno.

Le cellule T sono anche una parte cruciale del sistema immunitario e possono offrire una protezione più duratura anche dopo la scomparsa degli anticorpi». (ilmessaggero.it)

Ne parlano anche altre fonti

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, [email protected], +48587696613) Lo ha riportato oggi il Wall Street Journal, citando fonti a conoscenza della questione. (Investing.com)

Più di 15 milioni di americani sono stati vaccinati contro Johnson & Johnson “Penso che chiunque abbia ricevuto una singola dose del vaccino Johnson & Johnson possa beneficiare di una seconda dose del vaccino Johnson & Johnson”, ha affermato il dott. (http://www.calciomercatot8.com/)

Questi tre gruppi sono stati divisi ciascuno in tre nuovi gruppi ai quali è stato somministrato uno dei vaccini disponibili come richiamo J&J aveva chiesto alla Food and Drug Administration flessibilità per il suo richiamo, sostenendo che la dose extra aggiunge un'importante protezione già due mesi dopo la vaccinazione iniziale, ma che potrebbe funzionare meglio si aspetta fino a sei mesi. (La Stampa)

“Penso che dovrebbero sentirsi bene, perché ciò che i consulenti della FDA sentivano era che, dati i dati che hanno visto, avrebbe dovuto essere un vaccino a due dosi per iniziare”, ha detto Fuci alla presentatrice della ABC Martha. (Napoli Calcio Mania)

L’Advisory Committee dell’Agenzia americana del farmaco Fda per i vaccini e i prodotti biologici correlati ha infatti votato all’unanimità per raccomandare da parte dell’ente regolatorio Usa un’autorizzazione all’uso d’emergenza di una dose booster del vaccino anti-Covid della statunitense Johnson&Johnson. (Padova News)

Non appena approveranno la terza dose, la raccomanderemo L’approvazione di una terza dose di vaccino in Svizzera sarebbe “nelle fasi finali”, secondo quanto riferisce il Blick citando fonti interne a Swissmedic, che è responsabile dell’approvazione. (laRegione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr