Scudetto Inter, migliaia di tifosi assembrati in piazza Duomo a Milano

Scudetto Inter, migliaia di tifosi assembrati in piazza Duomo a Milano
Corriere della Sera SPORT

Numerosi anche i caroselli di chi ha scelto di festeggiare con la propria auto per le vie del centro

"I campioni dell'Italia siamo noi", "Chi non salta rossonero è", "Come mai la Champions non la vinci mai" dedicato alla Juventus, sono alcuni dei cori che stanno accompagnando la festa delle migliaia di tifosi dell'Inter che si sono radunati in piazza Duomo a Milano, in un mega assembramento tra sciarpe, coriandoli nerazzurri, bandiere e fumogeni. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri media

Ed è un primo posto che arricchisce l'animo, dei tifosi nerazzurri, e i conti, del club interista. A quella cifra vanno aggiunti 10 milioni di market pool e altri 30 milioni tra bonuc per la partecipazione alla Champions League e i ricavi da ranking storico/decennale. (Calciomercato.com)

Saluterà l'Inter anche Pinamonti: poco impiegato in questa stagione, lascerà il ruolo di quarto attaccante ad altri nella rosa nerazzurra" Saluterà pure Kolarov: il serbo ha offerte dalla Turchia ma potrebbe restare a giocare in Italia. (fcinter1908)

Lì mi sono detto: ‘Basta, sono stanco, ho 27 anni ed è ora di cambiare. Il mio lavoro però non si ferma qui: sono felice perché abbiamo vinto un titolo, ma sto già puntando all’Europeo perché è molto importante» (Calcio News 24)

Pellegrini: "Conte come Trap, la sua Inter solida e senza difetti. Aprirà un ciclo"

Ora prendiamo la seconda stella al più presto". Ernesto Pellegrini, il presidente dell’Inter che nel 1989 vinse lo scudetto dei record, al quale poi aggiunse due successi in Coppa Uefa nel 1991 e 1994, è sempre un tifoso innamorato della sua squadra del cuore. (La Gazzetta dello Sport)

Più volte, nel corso della stagione, Conte ha rimarcato che quella dell’Inter, a suo dire, è stata ed è tuttora la sfida più difficile in carriera. Romelu Lukaku è uno dei migliori attaccanti d’Europa, ma lo sapevamo prima che venisse guidato da Antonio Conte? (Undici)

Intorno a questa volontà si concentreranno gli sforzi dei dirigenti per seguire le richieste dell’allenatore e costruire la prossima Inter". E ai sempre validi Marcos Alonso ed Emerson Palmieri è giusto aggiungere anche un altro nome, Filip Kostic, serbo dell'Eintracht. (fcinter1908)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr