Covid-19, vaccini rallentano il contagio negli Usa, ma bilancio dell'epidemia sfiora 500.000 morti

Covid-19, vaccini rallentano il contagio negli Usa, ma bilancio dell'epidemia sfiora 500.000 morti
Sputnik Italia SALUTE

L'implementazione della campagna di vaccinazione di massa ha provocato un brusco rallentamento dei contagi negli Stati Uniti, dove nelle ultime 24 ore sono stati accertati 70.646 casi di positività e 1793 decessi legati al Covid-19, secondo i dati della John Hopkins Univerisity. Numeri più che dimezzati rispetto a qualche settimana fa, quando i contagi quotidiani si contavano in centinaia di migliaia di casi giornalieri. (Sputnik Italia)

La notizia riportata su altri giornali

Bergamo rimane sempre la prima provincia d’Italia per numero di vittime sul lavoro legate al terribile virus del Covid-19: 44 dall’inizio della pandemia che nella Bergamasca ha colpito duro provocando complessivamente oltre 6.300 morti. (Il Giorno)

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.462 tamponi molecolari sono stati rilevati 219 nuovi contagi con una percentuale di positività del 6,33% Da ieri sono stati registrati altri 15 morti. (Cosenza Channel)

Di seguito tutte le prime pagine dei giornali del 22 febbraio 2020 Anche il Sole 24 Ore apriva la prima pagina con la notizia del Covid: VIRUS IN ITALIA. (News Mondo)

Matteo Bassetti: “Non eravamo pronti per questo incubo. Decisive le prossime cinque settimane”

Quando accadrà saremo più consapevoli della nostra quotidianità e avremo un bel bagaglio di aiuti tech a disposizione da sfruttare a piacimento Al netto del bollettino giornaliero sul numero dei contagi, il dato che rappresenta meglio cosa ha significato un anno di Covid in Italia è della Società italiana di psichiatria. (GQ Italia)

Esattamente un anno fa, veniva diffusa la notizia del primo italiano positivo al Covid-19: il virus entrava così ufficialmente nelle nostre vite e nelle nostre case, le stesse in cui ci rinchiudeva per mesi stravolgendo le nostre priorità, le nostre abitudini, il nostro modo di rapportarci con l’altro. (http://www.ciavula.it/)

Professor Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive dell’ospedale San Martino di Genova, quando ha saputo di quel primo caso, cosa ha pensato? La procura di Bergamo ha scoperto che il nostro piano pandemico risaliva al 2006. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr