Il verdetto su Bonucci: la sanzione dopo la lite col dirigente Inter

Il verdetto su Bonucci: la sanzione dopo la lite col dirigente Inter
il Giornale SPORT

Tanto rumore per niente visto che alla fine Leonardo Bonucci non è stato squalificato per la lite con il segretario dell'Inter Cristiano Mozzillo.

"Ammenda di 10.000 euro per Bonucci Leonardo er essersi, al 16° del secondo tempo supplementare, reso protagonista di un alterco con un dirigente della squadra avversaria che veniva dal medesimo strattonato.

Il tutto è stato segnalato da un collaboratore della Procura Federale al Giudice Sportivo che si è espresso però multando, con 10.000 euro, il giocatore della Juventus che è stato così graziato da un eventuale squalifica. (il Giornale)

Su altre testate

La Juve ci ha provato, soprattutto all’inizio dei due tempi, ma le distanze tra i reparti non erano corrette Nella ripresa l’Inter ha avuto di più l’iniziativa, ma sia i nerazzurri sia i bianconeri facevano fatica a recuperare il pallone. (ItaSportPress)

Il calciatore della Juve è stato praticamente graziato dal Giudice Sportivo visto che ci si aspettava una squalifica La decisione del Giudice Sportivo. L'Inter ha vinto la Supercoppa all'ultimo secondo: i giocatori della Juve non l'hanno presa benissimo. (CalcioNapoli1926.it)

Il Giudice Sportivo ha deciso di punire il difensore centrale della Juventus con"per essersi, al 16° del secondo tempo supplementare, reso protagonista di unche veniva dal medesimo strattonato; infrazione rilevata da un collaboratore della Procura federale". (Calciomercato.com)

"Alex Sandro, spazzala!" ▷ Il web impazzisce dopo l'errore del terzino in Supercoppa

La Juve crolla quando invece pensava che la missione di arrivare ai rigori fosse compiuta: l’errore di Alex Sandro è stato imperdonabile. L’Inter gode quando forse non ci credeva più: il guizzo di Sanchez ha fatto esplodere San Siro. (fcinter1908)

Le polemiche su Inter-Juventus, finale di Supercoppa Italiana vinta dai nerazzurri, non si placano. Per tutto c’è però un motivo: agli arbitri di Serie A che dirigono le partite, possono essere consegnati dei gadget della squadra di casa, un gesto spesso fatto nelle leghe maggiori (Spazio Inter)

Addirittura Luca Pellegrini e De Sciglio hanno di fatto sorpassato nelle gerarchie il 30enne nativo di Catanduva. Condizione fisica scadente, poca propensione alla corsa ripetuta sulla corsia di competenza e indolenza diffusa nell’arco di un match. (Radio Radio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr