Hackerato il Registro Elettronico: cosa devono fare insegnanti e alunni

Hackerato il Registro Elettronico: cosa devono fare insegnanti e alunni
Per saperne di più:
Libero Tecnologia ECONOMIA

Insegnanti e alunni accedono alla piattaforma tramite nome utente e password e questi dati sono stati criptati dal ransomware

Mentre inizialmente Axios parlava di un semplice disservizio, però, da ieri sera parla apertamente di attacco ransomware ma rassicura i suoi utenti: “non ci risultano perdite e/o esfiltrazioni di dati“.

Chi invece usa il Registro Elettronico di Axios potrebbe subire alcune ripercussioni. (Libero Tecnologia)

Ne parlano anche altri media

Impossibile per molti studenti e genitori accedere al registro elettronico per vedere l'assegnazione dei compiti a casa, oltre alle comunicazioni per le famiglie degli studenti. 2' di lettura. Disagi informatici nel giorno del rientro a scuola, anche nelle regioni rosse, dopo le vacanze di Pasqua, con le lezioni presenza per circa 5,6 milioni di alunni. (Il Sole 24 ORE)

Abbiamo avuto conferma che il disservizio creatosi è inequivocabilmente conseguenza di un attacco ransomware portato alla nostra infrastruttura”. Da sabato mattina è iniziato il lavoro di ripristino: “Abbiamo distrutto il nostro cloud per rifare tutto di nuovo potenziando – specifica l’amministratore unico – il nostro sistema di sicurezza (Il Fatto Quotidiano)

Da sabato l’azienda è al lavoro per il ripristino delle ordinarie funzionalità, per il momento i professori hanno dovuto gestire le comunicazioni in maniera manuale Sono risultati disservizi al registro elettronico Axios, utilizzato anche dal Vallauri di Fossano, da sabato 3 aprile. (TargatoCn.it)

Registri elettronici Axios oscurati dagli hacker, il caso è più grave del previsto

L’accesso al registro elettronico avviene tramite un utente e una password forniti dalla scuola al docente e alle famiglie Una volta tornata online la procedura per la gestione del protocollo web, le info caricate sui moduli resi disponibili dovranno essere “trasportate” sul registro elettronico. (CorCom)

I consigli per professori e studenti. In realtà, sembrerebbe che il ransomware che ha colpito il registro elettronico di Axios sia riuscito a criptare i dati relativi alle credenziali di accesso al servizio utilizzate da insegnanti e alunni. (Cyber Security 360)

“Ancora qualche giorno di pazienza”. Dopo le rassicurazioni giunte dalla stessa Axios e il messaggio ‘postato’ nel quale si parlava di ripristino del R.E. È di difficile soluzione il caso di hackeraggio dei registri elettronici Axios, utilizzati da circa 3 mila scuole, dopo l’accertato attacco ransomware sferrato alla vigilia di Pasqua e la successiva richiesta di “riscatto” in bitcoin. (Tecnica della Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr