Soliti veti da Renzi, ma Letta non lo molla. Paletti su Conte e M5S

Soliti veti da Renzi, ma Letta non lo molla. Paletti su Conte e M5S
LA NOTIZIA INTERNO

Un incontro tutto democristiano” tra il segretario del Pd, secondo partito italiano e il segretario di “Italia Viva” ultimo partito italiano.

Ora si sono rincontrati presso la sede del centro studi di Letta l’Arel, ispirato a Beniamino Andreatta.

Renzi divenuto segretario del Pd aveva detto a Letta l’altrettanto famosa frase: “Stai sereno” e poi gli soffiò il posto.

Ha criticato la linea aperturista di Letta verso i 5S e verso il “nemico” Giuseppe Conte il tutto in vista delle amministrative di ottobre

Si erano lasciati con una immagine iconica: il passaggio del campanellino del Presidente del Consiglio da Enrico Letta a Matteo Renzi (LA NOTIZIA)

Su altre fonti

Troppo poco per pesare se decide di starsene da parte, altrimenti deve scendere nel gioco delle coalizioni e rimangiarsi le snobberie. Fino a ieri forse il PD poteva un poco soffrire della competizione di Italia Viva come “partito delle idee” contro la sua immagine di partito di apparato. (Quotidiano del Sud)

Ma anziché parlare in modo ossessivo dei miei viaggi all'estero (che ho fatto e continuerò a fare nel rispetto delle leggi di questo Paese), riescono a confrontarsi sulle idee per l'Italia?". (LiberoQuotidiano.it)

Enrico Letta/ Video: "Pd non sia partito del potere. Incontrare Renzi dopo ben 7 anni doveva in qualche modo risultare una formalità, non un evento. (Il Sussidiario.net)

Pd, rivoluzione-Letta: nominate tre donne per la gestione della comunicazione

"Molti grillini dicono che io devo smettere di fare politica, forse perché non riescono a iniziare a farla loro Solo allora inizierà l’uscita dal tunnel di questa lunga depressione", scrive il leader di Italia Viva nella sua enews. (Adnkronos)

Tolto dal mazzo Milano dove, se l’attuale sindaco dovesse ottenere la conferma, avrà vinto Sala e non il Pd, le spine dem si chiamano Roma, Bologna e Napoli. Ecco perché Renzi mette le sue zeppe nel percorso a ostacoli del segretario dem: Isabella Conti e Carlo Calenda a Roma. (QUOTIDIANO.NET)

Monica Nardi, 43 anni, portavoce storica di Letta, è stata ricercatrice ed editor, dal 2003 al 2014, all’Arel, l’Agenzia di Ricerche e Legislazione fondata da Nino Andreatta, maestro di Enrico Letta. Monica Nardi è stata nominata portavoce del segretario e responsabile della Comunicazione del Partito democratico. (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr