Ciclomotori camuffati da monopattini, sequestrate pagine Amazon ed eBay

Ciclomotori camuffati da monopattini, sequestrate pagine Amazon ed eBay
IL GIORNO ECONOMIA

In pratica, evidenzia ancora il gip Salvini, “non può bastare etichettare un mezzo come monopattino per eludere tutte le norme previste per la categoria di veicoli a cui è invece riconducibile”

Per il giudice sono «ciclomotori camuffati».

In base all’attuale normativa, si legge nel decreto di sequestro firmato dal gip Guido Salvini, i monopattini elettrici non devono superare una velocità massima 25 chilometri orari. (IL GIORNO)

Se ne è parlato anche su altri media

Il Comune di Catania ha previsto che i monopattini siano provvisti di un sistema di geolocalizzazione in grado di delimitare l’area di attivazione del servizio, con un meccanismo automatico di limitazione nelle zone individuate per la percorrenza a velocità ridotta. (CataniaToday)

Nelle borgate e nei quartieri periferici, le traccia di questa rivoluzione a due ruote sono quasi del tutto invisibili. I nuovi cives di Palermo sono una razza eretta, cammina su due ruote, sfrecciando contro il vento e incurante di ostacoli, marciapiedi e buche. (BlogSicilia.it)

Per questo motivo il tribunale di Milano ha disposto il sequestro di 8 pagine web da due siti di e-commerce - Amazon ed E-bay - dove questi veicoli venivano commercializzati come se fossero dei monopattini abilitati a muoversi su strada, ma essendo in realtà fuori norma. (La Repubblica)

Ciclomotori venduti online come monopattini elettrici: bloccato il commercio

Se un monopattino elettrico ha il sellino, allora deve essere equiparato per legge a un ciclomotore e devono applicarsi le norme corrispondenti, ovvero immatricolazione, casco e assicurazione. Girare a bordo di un monopattino elettrico con sellino, per esempio, potrebbe significare ricevere una multa anche superiore ai 1. (Virgilio Motori)

La Procura ha bloccato le vendite e disposto il sequestro preventivo di 8 pagine web dei colossi dell’e-commerce responsabili di spacciare per monopattini elettrici ciclomotori “in realtà privi delle caretteristiche per essere omologati per la circolazione”. (IL GIORNO)

L’indagine ipotizza il reato di tentata frode in commercio nei confronti di ignoti perché i pm Maura Ripamonti e Eugenia Biancamaria Baj Macario, con il coordinamento dell’aggiunto Eugenio Fusco, ritengono che i reati siano ipotizzabili solo a carico dei venditori, che non sono stati ancora identificati, e non dei giganti dell’e-commerce che si limitano a mettere a disposizione le loro piattaforme. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr